Anche via twitter continua l’impegno di pace di Papa Francesco

GIO.TWEET1CITTA’ DEL VATICANO – Papa Francesco non si ferma nell’iniziativa per la pace, e dopo la preghiera di Sabato e le parole all’Angelus nel quale ha chiesto a tutti noi che la preghiera della pace possa andare avanti, non cessa di mobilitare le coscienze anche attraverso i social network. Questa mattina il Papa ha lanciato un nuovo appello via Twitter: “Chiedo d’intraprendere con coraggio e con decisione la via dell’incontro e del negoziato”. Il tweet, come nei giorni scorsi, porta l’hashtag #prayforpeace, prega per la pace, che nelle ultime due giornate di venerdì sera e domenica è stato anche tra i trend topic di twitter in tutto il mondo con migliaia di messaggi di utenti che lo riprendevano. In un tweet precedente, sempre di questa mattina, Papa Francesco aveva scritto: “Non possiamo mai perdere la speranza. Dio ci inonda con la sua grazia, se la chiediamo con perseveranza”.

Anche nella Celebrazione Eucaristica di questo lunedì mattina a Santa Marta, pur non nominando direttamente la parola “PACE”, il Pontefice ha parlato bene e con chiarezza della “SPERANZA CRISTIANA”. La speranza – ha detto Francesco – è “un dono” di Gesù, la speranza è Gesù stesso, ha il suo “nome”. Speranza non è quella di chi di solito guarda al “bicchiere mezzo pieno”: quello è semplicemente “ottimismo”, e “l’ottimismo è un atteggiamento umano che dipende da tante cose”. L’omelia mattutina di Papa Francesco si impernia all’inizio su questa distinzione.

Il secondo tweet di oggi di Papa Francesco
Il secondo tweet di oggi di Papa Francesco

Lo spunto viene dalla Lettera nella quale Paolo scrive ai Colossesi “Cristo in voi, speranza della gloria”. Eppure, obietta il Papa, “la speranza è una virtù di ‘seconda classe’”, la “virtù umile” se paragonata alle più citate fede e carità.

E sul finire della giornata, alle 18.30 di oggi esce dall’account twitter @Pontifex, (8 lingue e più di 9.000.000 di follower) anche il terzo tweet quotidiano di Francesco che richiama ancora le coscienze di tutti, chiedendo – quasi implorando – gesti di pace che l’umanità – afferma il Papa – ha necessità di vedere. Queste le parole del Papa nel terzo tweet di oggi: L’umanità ha bisogno di vedere gesti di pace e di sentire parole di speranza e di pace! #prayforpeace. E mentre il Pontefice usa twitter per comunicare ai giovani, le agenzia battono la notizia che la Siria ha accolto la verifica sulla portata delle sue armi chimiche e dei suoi arsenali. La Siria accetta di mettere sotto controllo internazionale il suo arsenale chimico. Lo ha detto il ministro degli Esteri siriano Walid al Muallim, citato dalla tv di Damasco.

“Dichiaro che la Repubblica Araba Siriana accoglie con favore l’iniziativa russa, indotta dalle preoccupazioni della leadership siriana per le vite dei suoi cittadini e la sicurezza del nostro Paese e motivata anche dalla saggezza della leadership russsa, che sta tentando di prevenire l’aggressione americana contro il nostro popolo”, ha dichiarato Muallem. Manca ora solo l’avallo ufficiale di Bashar Assad per considerare formalmente accettata l’iniziativa di Mosca che potrebbe ulteriormente rinviare l’intervento militare Usa.

Terzo tweet di oggi dall'account @Pontifex_it
Terzo tweet di oggi dall’account @Pontifex_it

Sarebbe “un grande passo avanti” se il regime siriano consegnasse le sue armi chimiche ma allo stesso tempi questa idea non deve essere usata come una “tattica dilatoria”. Lo ha dichiarato il premier britannico. David Cameron, commentando la proposta russa, principale alleato del regime di Assad, di porre l’arsenale chimico di Damasco sotto controllo internazionale.

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome