Litanie Lauretane : 2 Ottobre – Santa Maria Madre di Dio

Nel secondo titolo delle litanie, Maria è invocata non come pura e semplice Madre di Dio, bensì come Santa Madre di Dio. Maria è vera Madre di Dio, perché Gesù è vero Figlio di Dio. Maria ha generato nel suo grembo verginale il Figlio dell’Altissimo, che per opera dello Spirito Santo si è fatto carne ed è venuto ad abitare in mezzo a noi. Questa verità è proclamata dall’Angelo Gabriele e da Elisabetta.

Al sesto mese, l’angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, di nome Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. Entrando da lei, disse: «Rallégrati, piena di grazia: il Signore è con te». Ed ecco, concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. Sarà grande e verrà chiamato Figlio dell’Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine». (Lc 1,26-38).
In quei giorni Maria si alzò e andò in fretta verso la regione montuosa, in una città di Giuda. Entrata nella casa di Zaccaria, salutò Elisabetta. Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino sussultò nel suo grembo. Elisabetta fu colmata di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: «Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo! A che cosa devo che la madre del mio Signore venga da me? Ecco, appena il tuo saluto è giunto ai miei orecchi, il bambino ha sussultato di gioia nel mio grembo. E beata colei che ha creduto nell’adempimento di ciò che il Signore le ha detto». (Lc 1,39-45).
La Chiesa vuole che le donne non siano solo madri dei loro figli. Le vuole Sante. Oggi si parla di emergenza educativa. La causa che sta scatenando questa tempesta e flagello di male tra i giovani è l’assenza della santità in molte madri. Si vuole una vita mondana, priva di regole morali, carente nell’obbedienza a Dio, fuori dei comandamenti della sua Santa Legge, le Beatitudini vengono ignorate, le virtù pensate come ascesi da Medioevo, la stessa femminilità rinnegata e bistrattata nei suoi valori cristiani. Questa totale privazione di riferimento alla volontà di Dio delle madri non permette in alcun modo che il problema venga risolto. Maria è Santa Madre di Dio. Ella ha portato a compimento con la santità la missione materna. Questa è iniziata nella pienezza della grazia, ha proseguito e si è conclusa nella pienezza della santità.

#michiedo:
1. Quanto a me si può applicare l’appellativo “santo”?

#invocazione:
Santa Madre del Redentore, coprimi con il tuo manto e proteggimi dalle insidie del male. Amen.





#lapreghieradeisanti:
PREGHIERA DEL SANTO PADRE GIOVANNI PAOLO II
ALLA MADONNA DEL DIVINO AMORE
Salve, o Madre, Regina del mondo.
Tu sei la Madre del bell’Amore,
Tu sei la Madre di Gesù fonte di ogni grazia,
il profumo di ogni virtù,
lo specchio di ogni purezza.
Tu sei gioia nel pianto,
vittoria nella battaglia, speranza nella morte.
Quale dolce sapore il tuo nome nella nostra bocca,
quale soave armonia nelle nostre orecchie,
quale ebbrezza nel nostro cuore!
Tu sei la felicità dei sofferenti,
la corona dei martiri,
la bellezza delle vergini.
Ti supplichiamo, guidaci dopo questo esilio
al possesso del tuo Figlio, Gesù.
Amen.




Di don Francesco Cristofaro – www.facebook.com/DonFrancescoEsserePrete

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome