Solidarietà, dolore e preghiera per la strage in Irpinia: 39 morti

solidTragico incidente avvenuto sull’autostrada A16 Napoli-Canosa: un pullman è precipitato da un viadotto alto circa 30 metri. I cadaveri recuperati sono 38: di questi 35 sono stati estratti dal bus, mentre tre sono deceduti dopo essere stati ricoverati negli ospedali della zona. I feriti sono 10, alcuni molto gravi. L’incidente è avvenuto tra Monteforte Irpino e Baiano. Tra le vittime anche l’autista del bus.

Invitiamo tutti i nostri lettori, ma soprattutto i nostri giovani a raccogliersi in preghiera, in queste ore, per abbracciare con il cuore i fratelli e le sorelle della Campania che sono stati tragicamente toccati da questa disgrazia.

Il sindaco di Pozzuoli (Napoli), Vincenzo Figliolia, ha proclamato tre giorni di lutto cittadino. Il primo cittadino sta ora raggiungendo Monteforte Irpino, dove è stata allestita la camera ardente per le vittime: “Voglio manifestare di persona la mia vicinanza e quella di tutta Pozzuoli (da dove provenivano numerose vittime, ndr) ai familiari delle vittime”, ha detto.

I feriti e l’obitorio. L’automezzo è spaccato in due. La parte superiore è un ammasso di lamiere contorte, quella inferiore è piegata. La cabina di guida è completamente distrutta, mentre diversi sedili sono stati strappati dall’urto e proiettati nella boscaglia. I feriti sono ricoverati, tutti in gravi condizioni, nell’ospedale di Avellino e di altri comuni limitrofi. Tra loro ci sono anche cinque bambini, ricoverati al Santo Bono di Napoli.

052442690-ef3514b8-7e1d-43f6-8325-0d39d89337af

Nessuno dei genitori dei cinque piccoli è al capezzale dei propri figli, ha  confermato il direttore medico di presidio dell’ospedale pediatrico Santo Bono, Carlo Maranelli. Potrebbero essere ricoverati in qualche ospedale tra Napoli, Salerno e Avellino oppure figurano tra le vittime. Tre feriti sono stati portati all’ospedale Cardarelli di Napoli: uno di loro, un uomo di 41 anni, è grave ed è in rianimazione. Gli altri due pazienti, uno di 51 anni e uno di 79, sono ricoverati in Chirurgia d’urgenza: hanno riportato diverse fratture.

Nell’urto con le sei automobili, prima di precipitare, il pullman ha provocato anche il ferimento di 9 persone che erano nelle vetture. Nessuna di queste é in gravi condizioni.

Napolitano: “Inaccettabile sciagura”.  Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano ha inviato un telegramma al presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, per esprimere il suo cordoglio e invitare tutti a un maggiore impegno per la sicurezza stradale: “Questa inaccettabile sciagura richiama tutti, istituzioni e cittadini, a un più tenace impegno per la sicurezza stradale e impone ogni iniziativa utile a ridurre i fattori di rischio. Agli interventi di adeguamento e manutenzione delle reti stradali e alle indispensabili attività di controllo e repressione deve affiancarsi una rinnovata consapevolezza di chi guida: il più scrupoloso e responsabile rispetto del codice della strada è essenziale per tutelare noi stessi, i nostri cari e il prossimo”, scrive il presidente.

1 COMMENTO

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome