Home News Italiae et Ecclesia Papa Francesco: l'Italia ha una carta in più da giocare, quella del...

Papa Francesco: l’Italia ha una carta in più da giocare, quella del patrimonio culturale

basilica-di-san-marco-a-venezia-300x254Siate sempre al servizio della “cultura dell’incontro”. E’ l’esortazione che Papa Francesco ha levato stamani ricevendo i funzionari del Cerimoniale diplomatico della Repubblica italiana e i funzionari dell’Ambasciata italiana presso la Santa Sede. Il Papa ha sottolineato che l’Italia ha una carta in più da giocare: quella del patrimonio culturale. Quindi, ha evidenziato che anche chi non è cristiano si sente interpellato dal messaggio del Natale di Gesù.

Papa Francesco ha iniziato il suo intervento con un sentito ringraziamento per il lavoro quotidiano dei diplomatici italiani e per lo spirito di collaborazione con la Segreteria di Stato e la Prefettura della Casa Pontificia. Quindi, ha messo l’accento sulla dimensione dell’incontro insita nella missione della diplomazia:

“Per il vostro servizio, voi siete nella condizione di favorire la cultura dell’incontro. Siete funzionari diplomatici e tutto il vostro lavoro tende a far sì che i rappresentanti dei Paesi, delle Organizzazioni internazionali, delle Istituzioni possano incontrarsi nel modo più proficuo. Quanto è importante questo servizio!”.

Ha così sottolineato ’importanza della “crescita di relazioni positive, basate sulla conoscenza reciproca, sul rispetto, sulla comune ricerca di vie di sviluppo e di pace”:

“In particolare, voi avete, in tutto ciò, una carta in più da giocare: quella del patrimonio culturale italiano. L’Italia è sempre stata nel mondo sinonimo di cultura, di arte, di civiltà. E voi contribuite a far sì che questo sia valorizzato per la cultura dell’incontro, che tale patrimonio vada a vantaggio del bene comune, di quella che Paolo VI chiamava la civiltà dell’amore”.

Il Natale, ha proseguito, “è la festa dell’incontro tra Dio e l’uomo. Ci viene donato un Bambino che nella sua persona realizza pienamente questo incontro”:

“Anche chi non è cristiano si sente interpellato dal messaggio del Natale di Gesù. Auspico che ciascuno di voi possa vivere intensamente questo mistero d’amore, e che esso animi in profondità anche il vostro servizio”.

Il servizio è di Alessandro Gisotti per la Radio Vaticana (anche in file audio):RealAudioMP3

Sostieni Papaboys 3.0

Con una piccola donazione di sostegno per il sito, puoi far sì che i nostri contenuti siano sempre più numerosi e migliori nella qualità; vogliamo regalarti ogni giorno parole che annuncino l’Amore e la Speranza di Gesù. Inoltre, sostenendoci economicamente, potremmo creare delle nuove opportunità, sia di collaborazione, sia di lavoro, in un momento storico così difficile. Grazie per quello che potrai fare!

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità
Pubblicità

I nostri social

306,035FansLike
20,431FollowersFollow
9,829FollowersFollow
8,600SubscribersSubscribe

News recenti

Vangelo di oggi, 17 Gennaio 2021

Vangelo. Lettura e Commento alla Parola di Domenica, 17 Gennaio 2021:...

Il Vangelo di oggi: Domenica, 17 Gennaio 2021 Lettura e commento al Vangelo del giorno, Domenica 17 Gennaio 2021 - Gv 1,35-42: "Videro dove dimorava...