Il Papa riceve il premier di Israele: auspicata soluzione giusta e duratura per israeliani e palestinesi

israele.francescoCITTA’ DEL VATICANO – Papa Francesco ha ricevuto stamani in Vaticano il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu, Durante il cordiale colloquio, durato circa 25 minuti, informa una nota della Sala Stampa vaticana, “è stata affrontata la complessa situazione politica e sociale del Medio Oriente, con particolare riferimento alla ripresa dei negoziati tra Israeliani e Palestinesi, auspicando che si possa giungere quanto prima ad una soluzione giusta e duratura, nel rispetto dei diritti di ambedue le Parti”.

Oltre ad “accennare al progetto di pellegrinaggio del Santo Padre in Terra Santa – si legge ancora nel comunicato – sono state affrontate alcune questioni riguardanti i rapporti tra le autorità statali e le comunità cattoliche locali, nonché tra lo Stato d’Israele e la Santa Sede, con l’auspicio di una pronta conclusione dell’Accordo da tempo in preparazione”.

Il premier israeliano ha regalato al Papa un libro in spagnolo sull’Inquisizione, scritto da suo padre, uno storico. E ha inoltre donato una hanukkiah, ovvero un candelabro ebraico in argento a nove bracci. Dal canto suo, il Pontefice ha regalato a Netanyahu una formella in bronzo raffigurante San Paolo. Dopo il colloquio con Papa Francesco, il premier israeliano ha incontrato il segretario di Stato vaticano, mons. Pietro Parolin, con il quale ha avuto un colloquio di circa un’ora.

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome