Filippine. Appello dei vescovi per il 2014: basta con le guerre, la fame e la povertà

In vista dell’inizio del nuovo anno, 44479mons. Socrates Villegas, arcivescovo di Lingayen-Dagupan e presidente della Conferenza episcopale delle Filippine ha chiesto ai fedeli cattolici di pregare per la fine delle guerre, della violenza, della fame e della povertà. “Preghiamo per la pace in Siria, per la guarigione di ogni cuore turbato e per le vittime del tifone Haiyan, affinché possano presto rialzarsi e iniziare una nuova vita” ha spiegato mons. Villegas nel suo messaggio pubblicato sul sito dell’arcidiocesi.

L’arcivescovo ha anche chiesto di pregare per la fine dei rapimenti, del terrorismo e per la “conversione dei corrotti”, e di guardare l’anno che si sta concludendo con gratitudine e il nuovo anno con entusiasmo “sperando per il meglio e credendo nel tenero amore del Signore, e nel sicuro abbraccio del Figlio”. Dal suo canto, mons. Oscar Cruz, arcivescovo emerito di Lingayen-Dagupan, ha lanciato un appello per porre fine alle uccisioni dei giornalisti, da tempo in corso nelle Filippine. Ad essere uccisi infatti sono coloro che “dicono o scrivono la verità su persone che non sono note per la loro santità. La verità è qualcosa di pericoloso e odiato dai colpevoli di corruzione, depravazione e perversione” ha spiegato mons. Cruz. Da sottolineare che, secondo quanto riportato dalll’Unione Nazionale dei Giornalisti delle Filippine e riferito dalla Radio Vaticana, dal 2010, sono rimasti uccisi 27 tra reporter e operatori mentre svolgevano il loro lavoro

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome