Pubblicità
HomeTrending NowVangelo: 'Signore, non t’importa nulla che..'. Lettura e Commento alla Parola di...

Vangelo: ‘Signore, non t’importa nulla che..’. Lettura e Commento alla Parola di Martedì 5 ottobre 2021

Il Vangelo del giorno: Martedì 5 Settembre 2021

Lettura e Commento al Vangelo di oggi – Lc 10,38-42: “Marta lo ospitò. Maria ha scelto la parte migliore…”.

+ Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, mentre erano in cammino, Gesù entrò in un villaggio e una donna, di nome Marta, lo ospitò.

Ella aveva una sorella, di nome Maria, la quale, seduta ai piedi del Signore, ascoltava la sua parola. Marta invece era distolta per i molti servizi.

Allora si fece avanti e disse: «Signore, non t’importa nulla che mia sorella mi abbia lasciata sola a servire? Dille dunque che mi aiuti».

Ma il Signore le rispose: «Marta, Marta, tu ti affanni e ti agiti per molte cose, ma di una cosa sola c’è bisogno. Maria ha scelto la parte migliore, che non le sarà tolta».

Parola del Signore

Vangelo 5 Ottobre 2021
Vangelo 5 Ottobre 2021 – Foto di Wherko da Pixabay

Commento a cura di Paolo Curtaz

Marta e Maria sono le due dimensioni essenziali per la vita cristiana. L’una non esiste senza l’altra.

La nostra fede ha bisogno dell’atteggiamento di Maria, pronta ad ascoltare ed accogliere il Signore, di restare lungamente seduta ai suoi piedi in preghiera e meditazione, per dare spazio alla nostra anima, alla nostra interiorità, per imparare il valore di un silenzio fatto di ampi spazi di riflessione e di spiritualità.

E Dio solo sa quanto manchi questo atteggiamento anche nelle nostre comunità cristiane, superficiali e distratte.

LEGGI ANCHE: La profezia di Giovanni Paolo II che si sta realizzando ma nessuno ne vuole parlare…

La nostra fede ha bisogno dell’operosità di Marta che vede i bisogni, che travalica il proprio ruolo (compie i gesti di accoglienza riservati all’uomo di casa!), che ricorda alla parte contemplativa della nostra fede che senza le opere la fede è vana e inconsistente. Marta e Maria, azione e contemplazione.

Abbiamo bisogno della preghiera per non ridurre la nostra carità operosa in sterile efficientismo. Abbiamo bisogno dell’azione per non costruirci un mondo interiore autoreferenziale e vuoto.

Solo in questo modo la nostra vita diventa come Betania: capace di accogliere degnamente il Signore e Maestro Gesù.

Video commento di don Nicola Salsa

Informazioni sulla Donazione

Vorrei fare una donazione del valore di :

€100€50€10Altri

Vorrei che questa donazione fosse ripetuta ogni mese

Informazioni sulla donazione

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità
Pubblicità

I nostri social

305,867FansLike
20,918FollowersFollow
10,096FollowersFollow
8,600SubscribersSubscribe

News recenti

Supplica a Santa Rita da Cascia

Ottieni grazie e benedizioni da Santa Rita da Cascia. Supplica alla...

Chiedi una grazia Santa Rita da Cascia ora "Santa Rita, dal Paradiso, intercedi per tutte le nostre intenzioni..." Il testo: Sotto il peso del dolore, a te,...