Pubblicità
HomeTrending NowVangelo. Lettura e Commento alla Parola di Mercoledì, 30 Giugno 2021: 'Che...

Vangelo. Lettura e Commento alla Parola di Mercoledì, 30 Giugno 2021: ‘Che vuoi da noi, Figlio di Dio?’

Vangelo del giorno: Mercoledì, 30 Giugno 2021

Commento al Vangelo – Mt 8,28-34. “Sei venuto qui a tormentarci prima del tempo?”

+ Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, giunto Gesù all’altra riva, nel paese dei Gadarèni, due indemoniati, uscendo dai sepolcri, gli andarono incontro; erano tanto furiosi che nessuno poteva passare per quella strada. Ed ecco, si misero a gridare: «Che vuoi da noi, Figlio di Dio? Sei venuto qui a tormentarci prima del tempo?».
A qualche distanza da loro c’era una numerosa mandria di porci al pascolo; e i demòni lo scongiuravano dicendo: «Se ci scacci, mandaci nella mandria dei porci». Egli disse loro: «Andate!». Ed essi uscirono, ed entrarono nei porci: ed ecco, tutta la mandria si precipitò giù dalla rupe nel mare e morirono nelle acque.
I mandriani allora fuggirono e, entrati in città, raccontarono ogni cosa e anche il fatto degli indemoniati. Tutta la città allora uscì incontro a Gesù: quando lo videro, lo pregarono di allontanarsi dal loro territorio.

Parola del Signore

Il Vangelo del giorno, 30 Giugno
Il Vangelo del giorno, 30 Giugno (Foto di James Chan da Pixabay)

Commento a cura di Paolo Curtaz

Sono furiosi i due indemoniati del vangelo di oggi. Matteo riprende il Vangelo di Marco aggiungendo questo particolare inquietante: l’ira può davvero portarci fuori da noi stessi e diventa pericolosa perché degenera in violenza. Può succedere che alcuni fra noi abbiano a che fare con questo vizio capitale così pericoloso e inquietante.

Certo, il carattere non aiuta, e ci sono persone che tendono ad accendersi per un nonnulla. Ma, lo sappiamo bene, la rabbia distrugge anzitutto chi la sperimenta. Come fare? Gesù ci offre una indicazione: spostare la nostra rabbia sulla mandria di porci e farla affogare…

A parte gli scherzi, solo una corretta autocoscienza e una vita interiore ricca e umile possono aiutarci a superare questo demone.

LEGGI: La più antica supplica a Maria: ha quasi 2000 anni ed è ‘potentissima’

Ma c’è un altro demone che aleggia in questa pagina: quello dei bravi concittadini degli indemoniati che pregano gentilmente Gesù di andarsene dopo avere distrutto un’intera mandria di porci…

E il demone dell’indifferenza, del tornaconto personale, del profitto economico (hanno perso migliaia di prosciutti!) a scapito della salvezza dei fratelli. Anche da questa chiusura dobbiamo liberarci.

Supplica alla Vergine di Pompei

Per iscriverti gratuitamente al canale YouTube della redazionehttps://bit.ly/2XxvSRx ricordati di mettere il tuo ‘like’ al video, condividerlo con gli amici ed attivare le notifiche per essere aggiornato in tempo reale sulle prossime pubblicazioni.
Non dimenticare di iscriverti al canale (è gratuito) ed attivare le notifiche

Informazioni sulla Donazione

Vorrei fare una donazione del valore di :

€100€50€10Altri

Vorrei che questa donazione fosse ripetuta ogni mese

Informazioni sulla donazione

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità
Pubblicità

I nostri social

305,867FansLike
20,918FollowersFollow
9,968FollowersFollow
8,600SubscribersSubscribe

News recenti

Sant'Alfonso Maria de' Liguori

Oggi, 1 Agosto, è la festa di Sant’Alfonso Maria de’ Liguori,...

Sant'Alfonso Maria de' Liguori: vita e preghiera Alfonso Maria de' Liguori è stato un vescovo cattolico e compositore italiano, fondatore della Congregazione del Santissimo Redentore. La...