Vangelo. Lettura e Commento alla Parola di Martedì, 3 Novembre 2020

Vangelo del giorno – Martedì, 3 Novembre 2020

Lettura e commento al Vangelo di oggi – Lc 14,15-24: “Esci per le strade e lungo le siepi e costringili ad entrare, perché la mia casa si riempia.”

+ Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, uno dei commensali, avendo udito questo, disse a Gesù: «Beato chi prenderà cibo nel regno di Dio!».

Gli rispose: «Un uomo diede una grande cena e fece molti inviti. All’ora della cena, mandò il suo servo a dire agli invitati: “Venite, è pronto”. Ma tutti, uno dopo l’altro, cominciarono a scusarsi. Il primo gli disse: “Ho comprato un campo e devo andare a vederlo; ti prego di scusarmi”. Un altro disse: “Ho comprato cinque paia di buoi e vado a provarli; ti prego di scusarmi”. Un altro disse: “Mi sono appena sposato e perciò non posso venire”.


Al suo ritorno il servo riferì tutto questo al suo padrone. Allora il padrone di casa, adirato, disse al servo: “Esci subito per le piazze e per le vie della città e conduci qui i poveri, gli storpi, i ciechi e gli zoppi”.
Il servo disse: “Signore, è stato fatto come hai ordinato, ma c’è ancora posto”. Il padrone allora disse al servo: “Esci per le strade e lungo le siepi e costringili ad entrare, perché la mia casa si riempia. Perché io vi dico: nessuno di quelli che erano stati invitati gusterà la mia cena”».

Parola del Signore

LEGGI: Oggi la Chiesa ricorda San Martino: uomo dei miracoli (VITA E PREGHIERA)

Vangelo di oggi, 3 Novembre 2020

Commento a cura di Paolo Curtaz

Quante scuse accampiamo pur di non essere felici! E quanti giri di testa, quante resistenze e obiezioni, inutili e reiterate complicazioni.

No, non vogliamo essere davvero felici e questo è il grande inganno che l’avversario ha messo nel profondo del nostro cuore: la rassegnazione e lo scoraggiamento davanti alla vita, come se nulla avesse senso, come se fosse tutto inutile.

La felicità esiste, sì, ma è per pochi privilegiati?

Dio ci invita alla festa, al banchetto in cui è lui lo sposo.

I santi sono proprio coloro che si sono seduti, che non hanno posto nulla innanzi all’amore di Cristo. Nemmeno la morte ci è d’impaccio perché il Signore ha vinto anche la morte e ci dona di condividere l’eternità. E non ci è necessaria nessuna preparazione perché Dio non pone alcuna condizione se non quella di esserci.

Quindi? Cosa abbiamo di meglio da fare dell’essere felici? Smettiamola di fuggire e lasciamoci raggiungere. Accettiamo, finalmente, di sedere alla mensa di Dio.

Ultimi articoli

Preghiera per benedire i pasti e ringraziare Dio. Recitala oggi, 25 Febbraio 2021

Preghiera per benedire i pasti e ringraziare Dio! PREGHIERA PRIMA DEI PASTI Benedici, o Signore, questo cibo che ci siamo…

25 Febbraio 2021

Recitiamo insieme la Coroncina della Misericordia, 25 Febbraio 2021, dal Santuario in Roma, LIVE TV h. 15.00

Gesù io confido in Te! Recitiamo insieme la Coroncina della Misericordia, 25 Febbraio 2021 Perché recitare la coroncina della Misericordia?…

25 Febbraio 2021

Medjugorje. Messaggio del 25 febbraio 2021. La Gospa viene a noi per salvare ogni anima

Come ogni giorno 25 del mese, anche in questo mese dedicato alla Madonna di Lourdes, ed allo Spirito Santo, si…

25 Febbraio 2021

Rendere onore al Sangue che Gesù sparse nella Passione. Una protezione spirituale potente

Padre nostro, che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome, venga il tuo regno, sia fatta la tua volontà,…

25 Febbraio 2021

Oggi, 25 febbraio 2021 è il giorno del messaggio di Medjugorje. Perchè la Madonna appare?

Oggi, 25 febbraio 2021 è il giorno del messaggio di Medjugorje. Perchè la Madonna appare? "Sono venuta per dire al…

25 Febbraio 2021

Oggi, giovedì 25 Febbraio 2021, è l’8° giorno della Novena a San Gabriele dell’Addolorata. Preghiera da recitare

Oggi, giovedì 25 Febbraio 2021, è l'8° giorno della Novena a San Gabriele dell’Addolorata. Preghiera da recitare Novena a San…

25 Febbraio 2021