Pubblicità
HomeTrending NowVangelo. Lettura e Commento alla Parola di Lunedì 7 Giugno 2021: 'Beati...

Vangelo. Lettura e Commento alla Parola di Lunedì 7 Giugno 2021: ‘Beati i poveri in spirito…’

Il Vangelo del giorno: Lunedì, 7 Giugno 2021

Commento al Vangelo – Mt 5,1-12: “Beati i poveri in spirito…”

+ Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, vedendo le folle, Gesù salì sul monte: si pose a sedere e si avvicinarono a lui i suoi discepoli. Si mise a parlare e insegnava loro dicendo:
«Beati i poveri in spirito,
perché di essi è il regno dei cieli.
Beati quelli che sono nel pianto,
perché saranno consolati.
Beati i miti,
perché avranno in eredità la terra.
Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia,
perché saranno saziati.
Beati i misericordiosi,
perché troveranno misericordia.
Beati i puri di cuore,
perché vedranno Dio.
Beati gli operatori di pace,
perché saranno chiamati figli di Dio.
Beati i perseguitati per la giustizia,
perché di essi è il regno dei cieli.
Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia. Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli. Così infatti perseguitarono i profeti che furono prima di voi».

Parola del Signore

Vangelo del giorno, 7 Giugno 2021
Vangelo del giorno, 7 Giugno 2021 (Foto di James Chan da Pixabay)

Commento a cura di Paolo Curtaz:

È forse la più bella pagina Vangelo. Certamente la più insostenibile. Gesù proclama beati coloro che noi immaginiamo sconfitti, che chiamiamo perdenti.

La sua parola è così tagliente da obbligarci a cambiare radicalmente prospettiva: la felicità non consiste certo nell’essere tristi o perseguitati ma nel non fermarsi alle lacrime o alla persecuzione, cercando in Dio una chiave di interpretazione che il mondo non ha.

LEGGI ANCHE: San Michele Arcangelo è il più potente difensore del popolo di Dio: ecco come invocarlo…

Dobbiamo fuggire la tristezza e il dolore, ma non ad ogni costo. Seguendo Gesù che per primo ha vissuto le beatitudini, diventiamo capaci di mitezza, di povertà interiore, di umiltà, di pazienza, testimoni credibili di un modo di essere diverso e inatteso.

All’umanità accecata dalla brama del successo, costi quel che costi, Gesù propone la logica di Dio in cui viene donato secondo il bisogno, non secondo il merito. Perciò, nella fede, è possibile non scoraggiarsi, essere gioiosi nell’afflizione, dimorare nella pace e costruirla in un mondo arrogante e violento. Perciò, mediante il dono dello spirito Santo è possibile, anche oggi, vivere un po’ le beatitudini nella nostra giornata…

Don dimmi perché. Futuro e destino…

Per iscriverti gratuitamente al canale YouTube della redazionehttps://bit.ly/2XxvSRx ricordati di mettere il tuo ‘like’ al video, condividerlo con gli amici ed attivare le notifiche per essere aggiornato in tempo reale sulle prossime pubblicazioni.

Non dimenticare di iscriverti al canale (è gratuito) ed attivare le notifiche

Informazioni sulla Donazione

Vorrei fare una donazione del valore di :

€100€50€10Altri

Vorrei che questa donazione fosse ripetuta ogni mese

Informazioni sulla donazione

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità
Pubblicità

I nostri social

305,867FansLike
20,918FollowersFollow
9,932FollowersFollow
8,600SubscribersSubscribe

News recenti

Preghiera alla Madonna della Medaglia Miracolosa

Supplica alla Madonna della Medaglia Miracolosa per una necessità urgente

La preghiera alla Madonna della Medaglia Miracolosa Da recitarsi alle 17 del 27 novembre, festa della Medaglia Miracolosa, in ogni 27 del mese e in...