Pubblicità
HomeVerbum DominiVangelo: 'L'albero si riconosce dal frutto'. Lettura e Commento alla Parola di...

Vangelo: ‘L’albero si riconosce dal frutto’. Lettura e Commento alla Parola di Sabato, 11 Settembre 2021

Il Vangelo del giorno: Sabato, 11 Settembre 2021

Lettura e commento al Vangelo – Lc 6,43-49: “Perché mi invocate: Signore, Signore! e non fate quello che dico?”

+ Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Non vi è albero buono che produca un frutto cattivo, né vi è d’altronde albero cattivo che produca un frutto buono. Ogni albero infatti si riconosce dal suo frutto: non si raccolgono fichi dagli spini, né si vendemmia uva da un rovo.
L’uomo buono dal buon tesoro del suo cuore trae fuori il bene; l’uomo cattivo dal suo cattivo tesoro trae fuori il male: la sua bocca infatti esprime ciò che dal cuore sovrabbonda.
Perché mi invocate: “Signore, Signore!” e non fate quello che dico?
Chiunque viene a me e ascolta le mie parole e le mette in pratica, vi mostrerò a chi è simile: è simile a un uomo che, costruendo una casa, ha scavato molto profondo e ha posto le fondamenta sulla roccia. Venuta la piena, il fiume investì quella casa, ma non riuscì a smuoverla perché era costruita bene.
Chi invece ascolta e non mette in pratica, è simile a un uomo che ha costruito una casa sulla terra, senza fondamenta. Il fiume la investì e subito crollò; e la distruzione di quella casa fu grande».

Parola del Signore

Vangelo di oggi, 11 Settembre 2021
Vangelo di oggi, 11 Settembre 2021 – Foto di Pedro Ivo Pereira Vieira Pedin da Pixabay

Commento a cura di Paolo Curtaz

Si vede che siamo cristiani? Si vede dalle nostre scelte, dalle nostre decisioni, dalle nostre opere? Davvero il Vangelo è cresciuto in noi, portando frutto? La domanda che pone il Signore ci inquieta e ci scuote, giustamente.

Perché dobbiamo stare attenti a non ingannarci, a non raccontarci delle favolette: se l’albero della nostra fede è sterile, se non porta nessun frutto, nessuna consolazione, nessuna decisione, non serve a nulla.

Se la fede resta sempre e solo alla superficie, se non incide, talvolta dolorosamente, nelle cose che facciamo e diciamo, a cosa ci serve?

LEGGI: Recita la potente preghiera di affidamento alla Madonna Miracolosa

Il criterio stabilito dal Signore, anche se scomodo, è pieno di verità. Costruiamo la casa sulla roccia, davvero.

Fatichiamo meno a convertirci che a far finta di esserci convertiti! Ascoltiamo sul serio questa Parola, perché è l’unica che ci può illuminare, orientare, che può cambiare le nostre scelte, renderle autentiche. Che sia il Vangelo a vibrare dentro di noi.

Poi, certo, fatichiamo a vivere in coerenza, fatichiamo a cambiare le nostre scelte, ci costa fatica, e tanta, e l’uomo vecchio che è in noi si ribella e trova mille scuse. Ma se davvero abbiamo capto chi è Cristo, osiamo. Sul serio.

Informazioni sulla Donazione

Vorrei fare una donazione del valore di :

€100€50€10Altri

Vorrei che questa donazione fosse ripetuta ogni mese

Informazioni sulla donazione

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità
Pubblicità

I nostri social

305,867FansLike
20,918FollowersFollow
10,023FollowersFollow
8,600SubscribersSubscribe

News recenti

Una guarigione attribuita a San Giovanni Paolo II

Giovanni Paolo II e quella donna guarita in ospedale in fin...

Una guarigione attribuita a San Giovanni Paolo II Alcuni medici parlano di un "episodio sconcertante"... Eva, un'americana in pensione, nel settembre 2007, è stata ricoverata in...