Home Verbum Domini #Vangelo: Allora Gesù prese i pani e, dopo aver reso grazie, li...

#Vangelo: Allora Gesù prese i pani e, dopo aver reso grazie, li diede a quelli che erano seduti

#Vangelo: Allora Gesù prese i pani e, dopo aver reso grazie, li diede a quelli che erano sedutiGv 6,1-15
Gesù distribuì i pani a quelli che erano seduti, quanto ne volevano.

In quel tempo, Gesù passò all’altra riva del mare di Galilea, cioè di Tiberìade, e lo seguiva una grande folla, perché vedeva i segni che compiva sugli infermi. Gesù salì sul monte e là si pose a sedere con i suoi discepoli. Era vicina la Pasqua, la festa dei Giudei. Allora Gesù, alzàti gli occhi, vide che una grande folla veniva da lui e disse a Filippo: «Dove potremo comprare il pane perché costoro abbiano da mangiare?». Diceva così per metterlo alla prova; egli infatti sapeva quello che stava per compiere. Gli rispose Filippo: «Duecento denari di pane non sono sufficienti neppure perché ognuno possa riceverne un pezzo». Gli disse allora uno dei suoi discepoli, Andrea, fratello di Simon Pietro: «C’è qui un ragazzo che ha cinque pani d’orzo e due pesci; ma che cos’è questo per tanta gente?». Rispose Gesù: «Fateli sedere». C’era molta erba in quel luogo. Si misero dunque a sedere ed erano circa cinquemila uomini. Allora Gesù prese i pani e, dopo aver reso grazie, li diede a quelli che erano seduti, e lo stesso fece dei pesci, quanto ne volevano. E quando furono saziati, disse ai suoi discepoli: «Raccogliete i pezzi avanzati, perché nulla vada perduto». Li raccolsero e riempirono dodici canestri con i pezzi dei cinque pani d’orzo, avanzati a coloro che avevano mangiato. Allora la gente, visto il segno che egli aveva compiuto, diceva: «Questi è davvero il profeta, colui che viene nel mondo!». Ma Gesù, sapendo che venivano a prenderlo per farlo re, si ritirò di nuovo sul monte, lui da solo.

Gesù sa sempre cosa fare, cosa dire, dove andare, chi incontrare, con chi dialogare. Il segreto di questa scienza perfetta ce lo rivela la profezia di Isaia. Lui è pieno di Spirito Santo. È ricolmo della conoscenza della volontà del Padre suo. Lui è nel Padre. 

#Vangelo: Allora Gesù prese i pani e, dopo aver reso grazie, li diede a quelli che erano seduti

Un germoglio spunterà dal tronco di Iesse, un virgulto germoglierà dalle sue radici. Su di lui si poserà lo spirito del Signore, spirito di sapienza e d’intelligenza, spirito di consiglio e di fortezza, spirito di conoscenza e di timore del Signore. Si compiacerà del timore del Signore. Non giudicherà secondo le apparenze e non prenderà decisioni per sentito dire; ma giudicherà con giustizia i miseri e prenderà decisioni eque per gli umili della terra. Percuoterà il violento con la verga della sua bocca, con il soffio delle sue labbra ucciderà l’empio. La giustizia sarà fascia dei suoi lombi e la fedeltà cintura dei suoi fianchi. Il lupo dimorerà insieme con l’agnello; il leopardo si sdraierà accanto al capretto; il vitello e il leoncello pascoleranno insieme e un piccolo fanciullo li guiderà. La mucca e l’orsa pascoleranno insieme; i loro piccoli si sdraieranno insieme. Il leone si ciberà di paglia, come il bue. Il lattante si trastullerà sulla buca della vipera; il bambino metterà la mano nel covo del serpente velenoso. Non agiranno più iniquamente né saccheggeranno in tutto il mio santo monte, perché la conoscenza del Signore riempirà la terra come le acque ricoprono il mare (Is 11,1-9). 

San Luca ricorda questa scienza di Cristo proprio all’inizio della sua missione. Lui parla dallo Spirito Santo, agisce per opera di Lui, da Lui sempre guidato e sorretto.

Venne a Nàzaret, dove era cresciuto, e secondo il suo solito, di sabato, entrò nella sinagoga e si alzò a leggere. Gli fu dato il rotolo del profeta Isaia; aprì il rotolo e trovò il passo dove era scritto: Lo Spirito del Signore è sopra di me; per questo mi ha consacrato con l’unzione e mi ha mandato a portare ai poveri il lieto annuncio, a proclamare ai prigionieri la liberazione e ai ciechi la vista; a rimettere in libertà gli oppressi, a proclamare l’anno di grazia del Signore. Riavvolse il rotolo, lo riconsegnò all’inserviente e sedette. Nella sinagoga, gli occhi di tutti erano fissi su di lui. Allora cominciò a dire loro: «Oggi si è compiuta questa Scrittura che voi avete ascoltato» (Lc 4, 16-21).

#Vangelo: Allora Gesù prese i pani e, dopo aver reso grazie, li diede a quelli che erano seduti

Ma non è solamente questa abitazione dello Spirito Santo in Lui e di Lui nel Padre il segreto della sua scienza operativa perfetta. Gesù è sempre in una comunione di preghiera con il Padre, sempre assistito, mosso, guidato dallo Spirito del Signore. È in questa preghiera che il Padre gli comanda cosa fare, dove, con chi. Se mette alla prova Filippo, è perché il Padre vuole che Filippo venga messo alla prova. Gesù deve conoscere non solo per scienza rivelata, ma anche per scienza sperimentata che ancora i suoi discepoli hanno una visione troppo terrena delle cose. Camminano con Lui, ma non hanno imparato ancora nulla del suo stile e delle sue modalità.

Oggi i discepoli devono imparare dal Maestro che sempre devono sapere cosa fare in ogni momento della loro storia. Per questo urge una ininterrotta comunione con lo Spirito Santo. In più che se si offre il poco a Dio, Dio sempre lo moltiplica per amore.

Vergine Maria, Madre della Redenzione, Angeli, Santi, insegnateci le vie di Dio. 

Commento a cura del Movimento Apostolico

Sostieni Papaboys 3.0

Anche se l’emergenza Coronavirus ha reso difficile il lavoro per tutti, abbiamo attivato a nostre spese la modalità di smart working (lavoro da remoto) per stare vicino ad ognuno di voi, senza avere limitazioni di pubblicazione, con informazione e speranza, come ogni giorno, da 10 anni. CI PUOI DARE UNA MANO?

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

I nostri social

9,924FansLike
17,749FollowersFollow
9,724FollowersFollow
1,600SubscribersSubscribe

News recenti

spostamenti.regioni.3giugno

Da oggi, 3 giugno, via libera agli spostamenti tra Regioni. Ma...

Via agli spostamenti tra le Regioni, a confermarlo è il ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia: "Si torna con la mobilità tra le...