Vangelo 22 Luglio 2019. Ho visto il Signore e mi ha detto queste cose.

Gv 20,1-2.11-18
Ho visto il Signore e mi ha detto queste cose.

Il primo giorno della settimana, Maria di Màgdala si recò al sepolcro di mattino, quando era ancora buio, e vide che la pietra era stata tolta dal sepolcro. Corse allora e andò da Simon Pietro e dall’altro discepolo, quello che Gesù amava, e disse loro: «Hanno portato via il Signore dal sepolcro e non sappiamo dove l’hanno posto!».
Maria stava all’esterno, vicino al sepolcro, e piangeva. Mentre piangeva, si chinò verso il sepolcro e vide due angeli in bianche vesti, seduti l’uno dalla parte del capo e l’altro dei piedi, dove era stato posto il corpo di Gesù. Ed essi le dissero: «Donna, perché piangi?». Rispose loro: «Hanno portato via il mio Signore e non so dove l’hanno posto».

maddalena.
Detto questo, si voltò indietro e vide Gesù, in piedi; ma non sapeva che fosse Gesù. Le disse Gesù: «Donna, perché piangi? Chi cerchi?». Ella, pensando che fosse il custode del giardino, gli disse: «Signore, se l’hai portato via tu, dimmi dove l’hai posto e io andrò a prenderlo». Gesù le disse: «Maria!». Ella si voltò e gli disse in ebraico: «Rabbunì!» – che significa: «Maestro!». Gesù le disse: «Non mi trattenere, perché non sono ancora salito al Padre; ma va’ dai miei fratelli e di’ loro: “Salgo al Padre mio e Padre vostro, Dio mio e Dio vostro”».
Maria di Màgdala andò ad annunciare ai discepoli: «Ho visto il Signore!» e ciò che le aveva detto.

Padre mio e Padre vostro, Dio mio e Dio vostro

Dio non vuole essere riconosciuto né adorato come Dio, e neanche come Signore, Creatore, Salvatore, Redentore, Padre. Questa confessione e adorazione sono, appartengono all’Antica Alleanza. Esprimono una religione che non esiste più. Questa antica religione oggi si vuole innalzare nella storia con prepotente superbia e infinita stoltezza, creando quella Torre di Babele religiosa nella quale ognuno parla del suo Dio, ma l’altro nulla comprende. Solo la confusione è per tutti, il Dio invece è quello di ogni singolo cuore. Si badi bene: non di ogni singola religione, di ogni singolo cuore, singola mente, singolo pensiero. Mai è stata costruita sulla terra una Torre di Babele religiosa simile alla nostra. Il politeismo antico aveva un certo numero di dèi, anche se molteplice il numero era tuttavia circoscrivibile. Ai nostri giorni ogni cuore ha il suo Dio e ogni mente costruisce “le verità e i pensieri” da applicare al Dio costruito per l’uso.

Il #Santo di oggi – 22 Luglio ❤️❤️❤️ Santa Maria Maddalena (di Magdala)

Chi vuole adorare il vero Dio sappia che non potrà più adorare il Dio Onnipotente creatore del cielo e della terra. Dovrà adorare il Padre del Signore nostro Gesù Cristo. Ma anche dovrà chinarsi, prostrarsi solo dinanzi al Dio che è il Dio di Cristo Gesù. Questo però non basta. Si deve adorare il Padre del Signore nostro Gesù Cristo, in Cristo, per Cristo, con Cristo, attraverso il corpo di Cristo, nel corpo di Cristo, con il corpo di Cristo che è la Chiesa fondata su Pietro, perché solo in essa risplende tutta la verità di Cristo, nella quale è tutta la verità del Padre, nello Spirito Santo, e tutta la verità dell’uomo. Solamente pensare un Dio senza Cristo è già idolatria della mente e del cuore.

Anche pensare Cristo senza la Chiesa fondata su Pietro è stoltezza e insipienza. Senza Cristo e senza la Chiesa fondata su Pietro il rischio di costruire Torri di Babele religiose è sempre a portata di mano e in verità sono molti i costruttori di simili torri. Possiamo affermare che oggi ogni religione sta costruendo la sua torre. Anche nella Chiesa cattolica e apostolica, una e santa sono molti i costruttori di torri.

Vangelo
Per non costruire torri di idolatria urge porre Cristo al centro della vera fede. Posto Cristo al centro della fede, si deve porre la Chiesa al centro di Cristo, a suo esclusivo servizio. Posta la Chiesa al centro di Cristo, è necessario che ogni religione si ponga al centro della Chiesa, convertendosi a Cristo e alla Chiesa una, santa, cattolica, apostolica. Dalla Chiesa, in Cristo, con Cristo, per Cristo si giunge al cuore di Cristo, dal cuore di Cristo, sempre per la Chiesa, nella Chiesa, con la Chiesa si giunge al cuore del padre, per lo Spirito Santo. Quella religione nella quale non si giunge a Dio, in Cristo, per la Chiesa, presi per mano dallo Spirito di Dio, che è Spirito di Cristo e della Chiesa, mai sarà esente dal rischio di costruire Torri di Babele religiose. Ma anche la Chiesa Cattolica deve porre ogni attenzione. Molti dei suoi figli potrebbero cadere in questa trappola: trasformarsi in costruttori di idolatria. Esserlo è facile.

Vergine Maria, Madre della Redenzione, Angeli, Santi, fateci adoratori del Dio di Gesù.

Fonte www.lachiesa.it

Commento a cura del Movimento Apostolico

Sostieni Papaboys 3.0

Se sei arrivato o arrivata a leggere fino qui è evidente che apprezzi il nostro Sito. Ed anche ciò che scriviamo. Lo facciamo da 10 anni con il cuore, senza interessi economici o politici, solo perché il cuore ci chiama a farlo. CI DAI UNA MANO?

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome