Vangelo 11 Dicembre 2019. Venite a me, voi tutti che siete stanchi.

Venite a me, voi tutti che siete stanchi.

Vangelo
Vangelo

Lettura e commento al Vangelo di Mercoledì 11 Dicembre 2019 – Mt 11,28-30: Venite a me, voi tutti che siete stanchi.

+ Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù disse:
«Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro. Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per la vostra vita. Il mio giogo infatti è dolce e il mio peso leggero». Parola del Signore

LEGGI: Oggi la Chiesa ricorda Papa Damaso I. Ecco chi era

Il mio giogo infatti è dolce e il mio peso leggero

Il giogo di Gesù non è la sua Parola, non è la sua Croce. Il suo giogo è il suo amore. Come Lui ha preso sulle sue spalle tutto l’amore del Padre e lo ha vissuto per la salvezza degli uomini, così il suo discepolo prende tutto il suo amore e lo vive per la redenzione dei suoi fratelli. 

LEGGI: Oggi la Chiesa ricorda il Beato Franco Lippi. Ecco chi era

Gesù fa la sua grande promessa

Il peccato stanca e opprime, il vizio trasforma geneticamente la stessa natura, la trasgressione della Legge del Signore ci priva di ogni benedizione. A quest’uomo (del Vangelo di oggi) che è senza Legge, fuori dalla Legge, sconfitto dal male, schiavo e prigioniero della carne, Gesù fa la sua grande promessa. Quanti andranno a Lui, e si va a Lui entrando nel Vangelo, nella sua Parola, Lui dona il ristoro, la consolazione, la pace, la benedizione, la vera vita. Si va a Lui per rimanere in Lui, per vivere per Lui e con Lui.

Molti vanno a Lui solo per chiedere qualche grazia. Ma questo è un modo pagano di andare. Il cristiano va a Lui, per abbracciare la sua Parola e consacrare la sua vita al Vangelo.

vangelo
Vangelo

Gesù ci ha mandato il suo Santo Spirito perché trasformi la nostra natura da natura secondo la carne in natura spirituale capace di amare ogni Parola del Vangelo, facendola sua norma perenne di vita.

Se ci si distacca dalla preghiera, dai sacramenti, dallo Spirito Santo, sempre ci si distaccherà dal Vangelo. La Parola si vive dal cuore di Cristo, nello Spirito Santo. Legge, Vangelo, Cristo Gesù, Spirito Santo, Sacramenti, non sono separabili. Non se ne possono fare cose a se stanti. Sono una cosa sola.

Madre di Dio, Angeli, Santi, fate che il cristiano consacri la vita Cristo nel Vangelo.

Commento a cura del Movimento Apostolico

Fonte www.lachiesa.it

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome