HomeMedjugorjeUn viaggio per il Paradiso. Il 24 novembre (dell'anno 2000) Padre Slavko...

Un viaggio per il Paradiso. Il 24 novembre (dell’anno 2000) Padre Slavko moriva sul Krizevac a Medjugorje

Padre Slavko Barbaric è venuto a mancare il 24 novembre 2000 alle ore 15.30. E la notizia fece velocemente il giro del mondo, e dei cuori.  

Dopo aver completato il rito della Via Crucis, che come ogni venerdì eseguiva insieme ai pellegrini ed ai parrocchiani, ha iniziato ad avvertire dolori. Si è seduto su un masso, si è rapidamente accasciato, ha perso conoscenza ed ha reso l’anima al Signore.

La Madonna una volta ci ha detto: «Con una preghiera ardente, con l’amore umile lo si può disarmare più facilmente» e ha promesso di proteggerci. Ad ogni modo se noi restiamo su questo cammino della fede, della preghiera e del digiuno, il progetto del Signore su di noi vincerà. Il suo progetto è universale e personale.

Se io lascio che il peccato distrugga la mia pace, il mio amore, Satana ha già distrutto un po’ del progetto del Signore, perché il Signore vuole che noi tutti siamo salvati. Così allora un invito forte a pregare, a digiunare e ad abbandonarci nella fede. (P. Slavko Barbaric – 9 agosto 1985)

Slavko
Il 24 novembre (dell’anno 2000) Padre Slavko moriva sul Krizevac a Medjugorje

Un’altra bellissima testimonianza di Padre Slavko. Ieri erano in tre all’apparizione: Vicka, Marija e Ivan: hanno pregato Padre Nostro, Ave Maria, Gloria. Al secondo Padre Nostro si sono inginocchiati e l’apparizione è durata cinque minuti. 

Nel messaggio di ieri la Madonna ci invita alla lotta contro Satana con la preghiera. E ha detto: «Satana adesso sa che voi sapete che lui lavora. Pregate e sconfiggetelo con la preghiera, col Rosario in mano ».

UN LIBRO PER CONOSCERE PADRE SLAVKO

 

Da un mese, quasi in ogni messaggio, la Madonna ripete: «Attenzione a Satana!» e un teologo ha detto: «La più sicura strategia di Satana è quando la gente dice che non esiste e non lavora. Quando rimane nascosto può fare tutto». Ma la Madonna lo ha scoperto e allora si può dire che è arrabbiato e vuole lavorare ancora di più. Ma non c’è bisogno di avere paura di Satana.

PUOI LEGGERE ANCHE: Medjugorje – Padre Slavko: «Sconfiggete Satana con il Rosario in mano»

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Iscriviti alla newsletter gratuita