Un uomo picchia la moglie, i figli si nascondo nell’armadio per sfuggire alla violenza

Una  brutta e triste storia di violenza familiare: picchia e maltratta la moglie davanti ai tre piccoli figli ma l’altra notte è stato arrestato e rinchiuso nel carcere di Avezzano.

Lui, 35 anni, magrebino, da anni in Italia, sposato con una donna italiana, ha inseguito la moglie che si era riparata dai familiari e ha tentato di sfondare la porta. Il pronto intervento dei militari ha evitato una nuova violenza.

I carabinieri hanno recuperato anche i minori che si erano nascosti all’interno di un armadio.

Dal racconto della vittima da anni subiva ogni tipo di soprusi e angherie da parte del marito geloso che non esitava.

Stando a quando denunciato dalla donna ai carabinieri, a prenderla a schiaffi. L’ennesima storia di violenza in famiglia è avvenuta l’altra notte e presenta ancora molti risvolti da chiarire, anche perchè durava ormai da molti anni.

La drammatica vicenda, infatti, è venuta alla luce solo l’altra notte. La donna, esausta ed umiliata per le violenze e le umiliazioni subite, spesso anche davanti ai figli, è fuggita dai familiari.

Sono stati questi a telefonare al 112 e immediatamente la centrale operativa dei carabinieri ha inviato i militari delle stazioni di Luco dei Marsi all’abitazione dove l’uomo stava cercando di sfondare la porta.

Stando all’evidenza dei fatti e del racconto, i militari hanno proceduto all’arresto dell’uomo in ordine al reato di maltrattamenti in famiglia.

Foto copertina da nostrofiglio.it

Fonte leggo.it

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome