Un tempio satanico esige che i suoi membri consegnino l’anima al diavolo

Un tempio satanico esige che i suoi membri consegnino l'anima al diavoloUn sacerdote avverte: “Non avete idea della forza che state smuovendo”

Il Tempio Satanico di Detroit (Stati Uniti) è riuscito di recente ad allontanare i manifestanti contrari all’inaugurazione di una statua demoniaca divulgando la notizia per la quale l’evento si sarebbe tenuto in un luogo mentre si è svolto in un altro.

Oltre a questo, in un apparente tentativo di liberarsi dei cristiani che potessero interferire nella presentazione della statua, il Tempio Satanico non solo ha chiesto il pagamento per chi volesse assistere (a partire da 25 dollari), ma anche che i partecipanti all’evento firmassero un documento in cui “trasferivano” la propria anima a Satana.

“Concordo sul fatto che firmando questo documento con qualsiasi nome, reale o fittizio, sto consegnando la mia anima a Satana (Abbadon, Lucifero, Belzebù, Anticristo)”, dice il documento. “Sono consapevole del fatto che Egli (noto anche come il Padre della Menzogna) o uno qualsiasi dei suoi rappresentanti può prendere la mia anima eterna in qualsiasi momento, con o senza preavviso. Capisco che la mia firma o il segno rappresentativo della mia identità in questi documenti costituisce un contratto duraturo ed eterno e che non ci saranno nuovi negoziati circa la mia anima eterna”.

Qualunque cristiano serio si fermerebbe prima di firmare un documento del genere, ma se foste una delle 700 persone che l’hanno firmato avreste avuto accesso a un’orgia di musica punk e di dimostrazioni pubbliche di intimità tra persone poco vestite e con varietà di “generi”. Sopra la band c’era una croce sospesa, a testa in giù, e di fronte al palco le parole “Questo è il mio corpo, questo è il mio sangue”.

Per l’evento principale, due uomini senza camicia e che tenevano in mano delle candele si sono disposti uno su ciascun lato della statua, e poco prima della mezzanotte hanno tolto il velo che la copriva. I due poi si sono abbracciati e si sono baciati sulla bocca.

La statua bronzea rappresenta Baphomet, una figura umana con testa di caprone, alata e con corna e zoccoli. La figura è seduta e ha ai lati un bambino e una bambina. Sopra c’è un pentagramma.

Jex Blackmore, pseudonimo della direttrice del Tempio Satanico di Detroit e organizzatrice dell’evento di inaugurazione, ha dichiarato che Baphomet simboleggia una “riconciliazione degli opposti e la volontà di abbracciare e celebrare le differenze”.

Interpellata sull’ipotesi che il gruppo sia un’organizzazione religiosa (o antireligiosa), ha spiegato che è “meno di una chiesa e più di un gruppo di affinità”, costruito intorno a quelli che ella definisce più volte “principi satanici”.

Il sito del gruppo afferma che “il tempio Satanico si erige sulla premessa di base per cui la sofferenza immeritata è negativa e che tutto ciò che riduce la sofferenza è positivo. Noi non crediamo al male simbolico”.

Un tempio satanico esige che i suoi membri consegnino l'anima al diavolo

Fox News ha reso noto che per il Tempio il concetto di Lucifero è quello di “una figura letteraria” e che “la missione del Tempio Satanico è promuovere la benevolenza e l’empatia tra tutti i popoli”, secondo il sito del gruppo.

La rivista Time ha scritto che “il gruppo non promuove la credenza in un Satana personale”. A suo avviso, Satana è un’astrazione, o come ha scritto Nancy Kaffer per il The Daily Beast l’anno scorso, “una figura letteraria, non una divinità: simboleggia la razionalità, lo scetticismo, la verità di fronte al potere, anche a grande costo personale”.

Quale che sia la giustificazione, coloro che hanno partecipato all’evento avrebbero dovuto pensarci due volte, ha dichiarato il sacerdote gesuita James Martin, della rivista America Magazine. Il presbitero ha osservato che il Tempio Satanico afferma che sta solo esercitando il proprio diritto alla “libertà religiosa” e che “la statua è una contrapposizione a coloro che hanno eretto o desiderano erigere rappresentazioni dei Dieci Comandamenti o di altri simboli cristiani”. Il gruppo spera di collocare il suo Baphomet nella sede del governo dello Stato dell’Arkansas, al fianco di un monumento ai Dieci Comandamenti, ma secondo padre Martin sta “scherzando col fuoco”.

“Queste persone non hanno idea del tipo di forze con cui si stanno coinvolgendo. Nella mia vita come sacerdote gesuita, e soprattutto come direttore spirituale, ho visto persone che lottavano contro il male nella vita reale. Negli Esercizi Spirituali, Sant’Ignazio di Loyola chiama questa forza spirito maligno o nemico della natura umana. Le persone incredule possono ridere, ma questa forza è reale, tanto reale quanto la forza che attira a Dio. Oltre a ciò, il nemico agisce nella vita delle persone in modi simili. I commenti di Sant’Ignazio riflettono non solo la sua esperienza di preghiera, ma anche quella di aiutare altri a pregare. Egli ha descritto alcune forme di agire dello spirito del male che coincidono con la mia esperienza”.

“Anche papa Francesco ha parlato spesso della presenza del male nel mondo e dell’azione di Satana. Alcuni ridono, ma il papa parla di qualcosa che non è solo una parte della credenza cristiana, ma una realtà ben nota ai direttori spirituali. Il male è reale. C.S. Lewis ha detto di Satana: ‘Non so di corna e zoccoli, ma credo che esista, sì’. Ecco, io penso la stessa cosa. Mentre il Tempio Satanico e i principali mezzi di comunicazione ridono, la mia paura si volge a un altro aspetto. Ricordo tutto ciò che ho letto e sentito su Satana e penso nuovamente: non hanno idea di ciò che stanno facendo”.

Nel giorno dell’inaugurazione della figura di Baphomet, circa 250 persone hanno assistito alla Messa nella chiesa di San Giuseppe in riparazione per l’evento satanico. Alla fine, il Bene è più forte del male.

A cura di Redazione Papaboys fonte: Aleteia
Link all’articolo originale

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome