Un documentario ed un volume sul Cardinale Martini presentati al Festival del Cinema di Venezia

martini_cardinale_1VENEZIA – “La consapevolezza della portata simbolica dei gesti, la conoscenza della strategia del linguaggio, i contenuti diluiti nel corso delle sue lettere pastorali, sempre all’insegna della condivisione”. Sono i tre livelli del carattere del cardinale Carlo Maria Martini evidenziati stamani alla Mostra del cinema di Venezia dal direttore del Centro Televisivo Vaticano, monsignor Dario Edoardo Viganò, nel corso della presentazione del volume “Il silenzio della parola” e del dvd “Un uomo di Dio”, documentario sul porporato scomparso un anno fa. “In questa prospettiva – ha proseguito monsignor Viganò – la casa dei non credenti era lo sforzo non di attirare chiunque ma di capire le ragioni degli altri. La parola che non abita il cuore della verità porta menzogna, era questo il suo pensiero”. Don Davide Milani, responsabile delle comunicazioni della diocesi di Milano, ha affermato che è “impossibile tirare conclusioni o cercare una eredità, ma pensando al Martini comunicatore possiamo lavorare per creare una mappa elettronica delle idee, per un uso fecondo delle nuove tecnologie”. “Ricordare Martini vuol dire indicare che alti esempi esistono e possono ancora dire molto all’uomo di oggi”, ha aggiunto Alberto Barbera, direttore artistico della Mostra di Venezia.

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome