Tsipras: stop sanzioni contro Mosca. In vista accordi in campo energetico

Tsipras: stop sanzioni contro Mosca. In vista accordi in campo energeticoLa Grecia ha rimborsato al Fondo monetario internazionale il prestito da 450 milioni di euro in scadenza oggi. Lo ha detto a Bloomberg una fonte del ministero delle Finanze ellenico.

Padoan, evitare uscita Grecia da euro è interesse di tutti  – E’ nell’interesse di tutti evitare una uscita della Grecia dall’euro. Lo ha detto a Bloomberg il ministro dell’Economia e delle Finanze, Pier Carlo Padoan, in visita a Singapore, aggiungendo che sulla Grecia si stanno facendo progressi

A Mosca conferenza stampa, in diretta Tv, tra il presidente russo Putin e il premier greco Tsipras, al termine del loro incontro nel pomeriggio al Cremlino. Il leader greco, arrivato ieri sera a Mosca, per una visita di due giorni, ha affrontato questioni importanti come la crisi ucraina e le sanzioni contro Mosca, e le prospettive di cooperazione economica con il Cremlino, nel pieno dei negoziati di Atene con l’Unione Europea per il suo debito. Il servizio di Roberta Gisotti per la Radio Vaticana:

Dare “un nuovo inizio” ai rapporti tra Atene e Mosca “per il bene di entrambi i popoli”, e favorire “stabilità e sicurezza nella regione”: così Tsipras subito prima di incontrare Putin, intenzionato – anche lui – a rinsaldare i rapporti commerciali tra i due Paesi “colpiti da ricadute della crisi ucraina”; lo scorso anno c’è stato un crollo del 40% degli interscambi tra Grecia e Russia. Da qui l’appello del leader greco – parlando alla stampa – “ad abbandonare il circolo vizioso delle sanzioni contro la Russia” e il richiamo a rispettare gli accordi di Minsk. D’accordo Putin a fermare le contromisure di Mosca. Ha quindi negato, Tsipras, la richiesta di aiuti finanziari diretti al Cremlino. Piuttosto, ha detto, abbiamo parlato di cooperazione economica, tra i due Paesi, specie in campo energetico, prospettandosi l’adesione di Atene al progetto Turkish Stream, il nuovo gasdotto russo turco, una mossa per attirare investimenti sulla Grecia e creare posti di lavoro, ha caldeggiato Putin. Vogliamo incrementare – ha aggiunto Tsipras – anche turismo e scambi scientifici, culturali, educativi. Ma “la Grecia – ha chiarito il leader greco – non è un mendicante”, che chiede a diversi Paesi di risolvere i suoi problemi economici con aiuti finanziari; quella in corso – ha spiegato – “non è una crisi greca, ma una crisi europea”, “che deve avere una soluzione europea”.

Tsipras ha infine ribadito la volontà della Grecia di rispettare la legislazione dell’Ue, pur riaffermando il diritto, quale Stato sovrano, a decidere la propria politica estera di Paese balcanico, mediterraneo, europeo e della regione del Mar Nero. Non vogliamo usare la Grecia come “cavallo di troia” per condizionare i rapporti con l’Unione Europea, ha rassicurato Putin, senza convincere troppo.

A cura di Redazione Papaboys fonti: Ansa e Radio Vaticana

Sostieni Papaboys 3.0

Se sei arrivato o arrivata a leggere fino qui è evidente che apprezzi il nostro Sito. Ed anche ciò che scriviamo. Lo facciamo da 10 anni con il cuore, senza interessi economici o politici, solo perché il cuore ci chiama a farlo. CI DAI UNA MANO?

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome