Trovato morto in casa a 70 anni. Da settimane nessuno si era accorto di nulla

Ecco, in questo giorno della festa dei nonni, spiegato purtroppo il ‘dramma della solitudine’.

Aveva 70 anni, viveva da solo ed è stato stroncato da un malore. Riceveva visite, di tanto in tanto, solo di alcuni parenti ed è per questo che il corpo di Francesco Ciotti, un architetto in pensione, è stato rinvenuto ad almeno tre settimane di distanza dalla morte.

dramma solitudine

Questo nuovo dramma della solitudine è avvenuto a Brescia, dove Francesco Ciotti viveva da solo in un appartamento. A dare l’allarme, alla polizia, sono stati i condomini, che non lo vedevano da quasi un mese, non riuscivano a contattarlo telefonicamente e avevano notato un forte odore, sempre più insopportabile, provenire da quell’appartamento.

Una volta entrati, gli uomini della scientifica hanno trovato Francesco Ciotti disteso sul letto, con indosso un accappatoio e in avanzato stato di decomposizione: questo fa pensare che il 70enne sia morto almeno tre settimane fa.

Il ritrovamento. La salma viene portata fuori da casa

Secondo la ricostruzione degli investigatori, Francesco Ciotti avrebbe accusato un malore al momento di uscire dalla doccia, e si sarebbe trascinato a fatica fino alla propria camera, per poi sdraiarsi sul letto.

Sul posto sono giunti anche i parenti, che hanno ammesso di frequentarlo di rado: Francesco Ciotti, divorziato e senza figli, a detta dei vicini era un uomo schivo e solitario.

Red

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome