Tre guarigioni incredibili per intercessione di San Francesco

Scopriamo tre nuove miracoli o guarigioni avvenute per intercessione di San Francesco d’Assisi. Alcuni di essi sono stati anche usati per il processo di canonizzazione.

San Francesco

A un uomo, nella città di Assisi, per un presunto furto gli furono strappati gli occhi. Il poveretto, cosi orribilmente mutilato, si fece portare all’altare di San Francesco dove, piangendo per la sua innocenza, implorò l’aiuto del Santo. Francesco non rimase insensibile alle suppliche dell’uomo e ottenne da Gesù la grazia. Dopo tre giorni al cieco miracolosamente spuntarono nuovi occhi, anche se più piccoli, e con essi la vista.

Nella Chiesa di San Francesco ad Assisi, mentre era in corso la predica del Vescovo di Ostia una grossa pietra, lasciata incautamente sul pulpito marmoreo, cadde sulla testa di una donna seduta sotto il pulpito. I presenti dopo aver visto la testa schiacciata della donna, la coprirono con un mantello perché fu creduta morta. Grande fu lo stupore dei presenti quando, finita la predica, la videro rialzarsi perfettamente integra. La donna raccontò di essersi affidata a San Francesco e di essere certa che il prodigio era per merito dell’intercessione di questo glorioso Santo.

A Vincalvi viveva un Chierico di nome Matteo. Un giorno Matteo ingerì inavvertitamente un potente veleno che agì immediatamente, irrigidendo le membra e bloccandogli la parola. Matteo esortò Gesù si salvargli la vita per i meriti di San Francesco. Improvvisamente riuscì con le labbra a pronunciare il nome del Santo e a vomitare il veleno ingerito. Così recuperò pienamente la salute.

Fonte digilander.libero.it/raxdi

Sostieni Papaboys 3.0

Se sei arrivato o arrivata a leggere fino qui è evidente che apprezzi il nostro Sito. Ed anche ciò che scriviamo. Lo facciamo da 10 anni con il cuore, senza interessi economici o politici, solo perché il cuore ci chiama a farlo. CI DAI UNA MANO?

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €15.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome