Transito di San Francesco 2017, a suor Emanuela Koola la Rosa d’Argento

Aperte a Santa Maria degli Angeli le celebrazioni per il Transito di San Francesco 2017: dopo il corteo civile con la presenza dei rappresentanti della regione Liguria, chiamata ad offrire l’olio per la lampada votiva, si è tenuta la Solenne Celebrazione, presieduta da S.E. Mons. Vittorio Viola, Vescovo di Tortona:

“Oggi e sempre siamo chiamati a stare davanti a Francesco e alla sua morte, una morte da lui vissuta nudo davanti a Dio – ha detto Mons. Viola nell’Omelia – una morte che sa di resurrezione. Francesco, un uomo che si è consegnato allo spirito e che oggi contempliamo nel suo Transito. Il Transito di Francesco, è quello di un uomo che ha avuto una libertà assoluta. Il Signore ci conceda di contemplare Francesco e di lasciarci contemplare insieme a Frate Jacopa. La vergine Maria è Porziuncola, dentro la quale il verbo si è fatta carne”.

Intanto, nell’ambito delle celebrazioni per il Transito di San Francesco 2017, è stato assegnato a suor Emanuela Koola, Madre Generale delle Suore di Nostra Signora del Rifugio in Monte Calvario (Genova), il riconoscimento “Rosa d’Argento 2017”, dedicato ogni anno ad una donna che si è distinta nell’esercizio – silenzioso e nascosto – della carità. “Le suore sono un nervo e una forza portante della nostra storia, di fede e di carità. In questo premio – così il Cardinale Angelo Bagnasco presente alla consegna del riconoscimento – c’è una figura religiosa che rappresenta un Istituto, un Istituto religioso che porta avanti tante opere di carità, in un periodo di crisi ad oggi non conclusa. Genova è particolarmente riconoscente a Suor Emanuela Koola per tutto questo”. “Grazie a voi tutti presenti in questo luogo così bello e prestigioso – ha detto Suor Emanuela Koola, che ha raccontato la sua esperienza – la Rosa d’argento è un riconoscimento pregiato ed importante. Sono una cittadina Indiana, nata da una famiglia Cristiana, prima in India poi in Italia ho vissuto tante esperienze missionarie. Questo giorno è speciale, il nostro Istituto secondo le regole del Vangelo, va incontro al prossimo e assiste i più deboli”.

Nel pomeriggio del 3 ottobre, giorno del Transito di San Francesco 2017, il corteo civile e religioso prima dei vespri del Transito (presieduti da S.E. Mons. Luigi Ernesto Palletti, Vescovo di La Spezia-Sarzana-Brugnato e Vice Presidente della Conferenza Episcopale Ligure), in serata la processione aux-flambeaux e, nel centro storico di Assisi, la cena con le autorità della Liguria. In serata, alle 21.00, nel magnifico Santuario di San Damiano S.E. Mons. Nicolò Anselmi, Vescovo ausiliare di Genova, terrà una Veglia con i giovani, mentre alla 21.30, sulla piazza e nella Basilica Papale di Santa Maria degli Angeli, P. Mauro Jöhri, Ministro generale dei Frati Minori Cappuccini, presiederà una Veglia di preghiera con la processione aux-flambeaux.

Passato il Transito di San Francesco 2017, è la volta – il 4 ottobre – delle celebrazioni per il Santo Patrono d’Italia: in programma tra l’altro, alle ore 7.00, nella Basilica Papale di Santa Maria degli Angeli, la celebrazione eucaristica di P. Marco Tasca, Ministro generale dei Frati Minori Conventuali. Alla stessa ora, nella Basilica Papale di San Francesco, la celebrazione eucaristica presieduta da P. Michael A. Perry, Ministro generale dei Frati Minori.






Alle 10.00, con riprese televisive di Rai Uno, dopo l’accoglienza delle Autorità da parte del Custode del Sacro Convento, P. Mauro Gambetti, ci sarà la solenne celebrazione eucaristica presieduta da S.Em. Card. Angelo Bagnasco, Arcivescovo Metropolita di Genova e Presidente della Conferenza Episcopale Ligure, con i Vescovi della Liguria, il Vescovo di Assisi, i Ministri Generali e Provinciali delle Famiglie Francescane. Il Sindaco di Genova Marco Bucci, accende la “Lampada Votiva dei Comuni d’Italia” con l’olio offerto dalla Regione Liguria. Al termine, i consueti saluti delle Autorità dalla Loggia del Sacro Convento.

Alle 16.00, nella Basilica Papale di San Francesco S.E. Mons. Vittorio Viola, Vescovo di Tortona, presiederà i Vespri Pontificali in Cappella Papale. Seguirà la Processione alla Basilica superiore e la Benedizione all’Italia con la Chartula dal Cupolino della Basilica.






Sempre domani 4 ottobre infine, “La Staffetta da Francesco a Francesco” che ormai è arrivata alle ultime due tappe si concluderà ad Assisi, in occasione della festa per il patrono d’Italia. All’iniziativa, partita il 17 settembre da piazza San Pietro e salutata dall’Angelus del Papa, hanno partecipato delegazioni di studenti, appassionati di cammini e volontari delle Pro Loco; complessivamente, nell’arco delle tappe, hanno preso parte al cammino circa 300 persone. Gli oltre 280 km della staffetta che da Roma conducono ad Assisi sono stati suddivisi in 18 tappe con ben 66 località attraversate dal percorso; 45 le Pro Loco coinvolte. L’iniziativa è giunta alla quarta edizione ed è organizzata dall’Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia. “Siamo pienamente soddisfatti per un intenso appuntamento che ha affiancato al pellegrinaggio a piedi anche la scoperta di incantevoli borghi” – ha affermato il presidente dell’Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia, Antonino La Spina, che ha salutato i camminatori alla partenza, a piazza San Pietro, e li incontrati durante la tappa del 24 ottobre a Cantalice, in provincia di Rieti. “Il bilancio è assolutamente positivo, le Pro Loco hanno svolto al meglio il proprio ruolo, guidando i camminatori alla scoperta dei tesori dei singoli territori” – ha aggiunto Ernesto Fanfoni responsabile del dipartimento Cammini di Unpli.




Fonte www.assisinews.it

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome