Home News Res Publica et Societas Toscana, Lazio e Campania: così il virus si sposta dal nord e...

Toscana, Lazio e Campania: così il virus si sposta dal nord e si espande a macchia d’olio

Sulla dorsale tirrenica viaggia il contagio, colpendo in modo più pesante regioni che nella prima fase avevano subito, in modo minore, l’avanzata di Sars-CoV-2.

La Lombardia – scrive l’edizione on line del quotidiano Il Messaggero – resta l’epicentro, ma questo non sorprende: il 19 aprile, quando ci fu il picco dei contagi, la Regione governata da Fontana si trovò con 341 “attualmente positivi” ogni 100 mila abitanti, oggi il dato è simile, 332, il più alto tra le grandi regioni del Nord.

Chiaro: gli “attualmente positivi” di oggi sono differenti da quelli del 19 aprile, perché si stanno facendo molti più tamponi (ieri 170mila, il 19 aprile meno di 51mila) le persone realmente contagiate, in quel periodo, erano molte di più di quelle scovate con i test. Ma ciò che conta è la distribuzione territoriale.

covid.centroitalia
covid.centroitalia

Nella prima fase, prendendo come punto di riferimento sempre il picco del 19 aprile, sopra i 300 “attualmente positivi” ogni 100mila abitanti, c’erano solo regioni del Nord: Lombardia, Piemonte, Emilia-Romagna, Valle d’Aosta, Province di Trento e Bolzano; ieri la fotografia della diffusione del virus era completamente differente, perché sopra 300 ci sono sì regioni del Nord come Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta e Bolzano, ma poi l’epidemia si spinge verso Sud sulla dorsale tirrenica, dunque Liguria (328 “attualmente positivi” ogni 100mila abitanti), Toscana (356), Lazio (316), Campania (390).

PUOI LEGGERE ANCHE: Covid. Ecco come evitare il contagio, anche in casa e in famiglia. Gli italiani abbandonano le banconote per paura

Coronavirus
Coronavirus (canaledieci.it)

Raccontata in un altro modo: rispetto al 19 aprile, mentre Lombardia e Piemonte hanno più o meno lo stesso numero di “attualmente positivi” di allora, l’Emilia-Romagna ne ha di meno, mentre la Liguria ha un incremento del 40 per cento, la Toscana li ha raddoppiati, il Lazio quadruplicati, la Campania addirittura ne ha il 650 per cento in più. Alcune piccole regioni, inoltre, sono in grande sofferenza: l’Umbria era un’isola felice nella prima fase, con appena 50 “attualmente positivi” ogni 100mila abitanti il 19 aprile, oggi sono 371; la Valle d’Aosta ha dati altissimi ed è passata da 448 a 721; la provincia autonoma di Bolzano da 301 a 445. In sintesi: rapportato al numero di abitanti, Valle d’Aosta, Bolzano e Campania sono le aree che in questo momento hanno più positivi (in ospedale o in isolamento a casa). La Calabria, invece, conferma la sua situazione invidiabile: aveva 44 “attualmente positivi” ogni 100 mila abitanti il 19 aprile, ne ha 80 (il dato più basso in Italia) oggi.

Sostieni Papaboys 3.0

Con una piccola donazione di sostegno per il sito, puoi far sì che i nostri contenuti siano sempre più numerosi e migliori nella qualità; vogliamo regalarti ogni giorno parole che annuncino l’Amore e la Speranza di Gesù. Inoltre, sostenendoci economicamente, potremmo creare delle nuove opportunità, sia di collaborazione, sia di lavoro, in un momento storico così difficile. Grazie per quello che potrai fare!

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità
Pubblicità

I nostri social

305,922FansLike
19,967FollowersFollow
9,827FollowersFollow
2,330SubscribersSubscribe

News recenti

sacro.cuore.papaboys

E’ il primo venerdì del mese: recita oggi, 4 dicembre 2020,...

Devozione del primo venerdì del mese: la preghiera potente al Sacro Cuore di Gesù! LA PIA PRATICA DEI PRIMI VENERDI' DEL MESE - Oggi, 4...