Crimea. Studente spara nel college e poi si uccide, 18 morti

+++ AGGIORNAMENTO ORE 15.40 +++

Almeno 18 persone sono morte e altre 40 sono rimaste ferite in un attacco questa mattina nella mensa del Politecnico di Kerch, in Crimea. Lo ha annunciato il governatore della Crimea Sergei Aksyonov secondo quanto riportato dall’agenzia Itartass. Il bilancio delle vittime è in corso di verifica.

Un alto funzionario russo in Crimea ha reso noto che l’autore dell’attacco al college era uno studente che poi si è ucciso. La maggior parte dei feriti sono adolescenti, lo riportano i media russi.

Il Centro regionale di Medicina delle catastrofi parla di “10 persone morte” al politecnico di Kerch. Ma i dati sono “preliminari”. E dal Cremlino non si esclude l’ipotesi di attacco terroristico

TERRORISMO CRIMEA

NOTIZIE ANCORA CONFUSE

Per ora le notizie che arrivano dalla regione entrata a far parte della Russia dopo le note vicende in Ucrainaparlano di una decina di vittime nell’esplosione che ha coinvolto l’istituto politecnico di Kerch.

Secondo fonti del Cremlino l’ordigno sarebbe esploso nella mensa dell’istituto e che non sono da escludere le piste che porterebbero ad un attentato terroristico. “Questa ipotesi è al vaglio”, ha confermato ai media russi il portavoce, Dmitry Peskov. Il centro regionale di Medicina delle catastrofi della Crimea ha fatto invece sapere che l’esplosione al politecnico di Kerch ha prodotto “secondo dati preliminare” 10 vittime.
.
IL VIDEO DEI SOCCORSI
.

.
L’Agenzia antiterrorismo di Mosca ha confermato l’esplosione: secondo quanto riferisce il portavoce della commissione russa anti-terrorismo, Andrei Przhedomskikh, è stato un “ordigno esplosivo non identificato” a provocare lo scoppio. Il bilancio, provvisorio, è di 10 morti e 50 feriti: l’edificio è stato evacuato e recintato.

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome