Strage in 2 moschee della Nuova Zelanda. 49 i morti. Le parole di condanna di Papa Francesco

Arrestati tre uomini e una donna. Rivendicazione anti-migranti. Disinnescati ordigni all’interno di auto. In salvo team cricket del Bangladesh

Ambulance staff take a man from outside a mosque in central Christchurch, New Zealand, Friday, March 15, 2019. Multiple people were killed in mass shootings at two mosques full of worshippers attending Friday prayers on what the prime minister called “one of New Zealand’s darkest days,” as authorities detained four people and defused explosive devices in what appeared to be a carefully planned attack. (ANSA/AP Photo/Mark Baker) [CopyrightNotice: Copyright 2018 The Associated Press. All rights reserved]

Strage in due moschee di Christchurch, in Nuova Zelanda: il bilancio è di 49 morti. L’autore dell’attacco si chiama Brenton Tarrant ed è un australiano bianco di 28 anni. L’uomo, originario dello Stato di New South Wales, sulla costa orientale del Paese, lo ha rivendicato con motivazioni anti-immigrati. In tutto arrestate 4 persone. La premier neozelandese Jacinda Ardern ha affermato che la strage è stata frutto di un “attacco terroristico“, ed ha aggiunto: “E’ uno dei giorni più bui” per il Paese.

L’autore degli attacchi odierni ha ripreso la strage in diretta streaming. Il video, pubblicato su Facebook, è durato 17 minuti ed è poi stato rimosso dal social network, ha spiegato la responsabile dei contenuti di Facebook Australia-New Zealand, Mia Garlick.

Police escort witnesses away from a mosque in central Christchurch, New Zealand, Friday, March 15, 2019. Multiple people were killed in mass shootings at two mosques full of people attending Friday prayers, as New Zealand police warned people to stay indoors as they tried to determine if more than one gunman was involved. (ANSA/AP Photo/Mark Baker) [CopyrightNotice: Copyright 2018 The Associated Press. All rights reserved]

Il killer ha detto di ispirarsi al terrorista islamofobo di estrema destra norvegese che nel luglio del 2011 uccise 77 persone a Oslo e sull’isola di Utoya: “Ho letto gli scritti di Dylan Roof e molti altri, ma ho preso la mia vera ispirazione solo da Breivik

Le due mitragliatrici usate dal killer erano coperte con scritte in inchiostro bianco che facevano riferimento ad antiche battaglie e più recenti attacchi contro le comunità musulmane: tra queste, una riportava anche il nome ‘Luca Traini’, l’estremista di destra autore dell’attacco contro migranti compiuto l’anno scorso a Macerata. Parla il suo legale: “Sconcerto e condanna”

epa07438177 AOS (Armed Offenders Squad) push back members of the public following a shooting resulting in multiple fatalies and injuries at the Masjid Al Noor on Deans Avenue in Christchurch, New Zealand, 15 March 2019. According to media reports on 15 March 2019, a gunman opened fire at around 1:40 pm local time after walking into the mosque, killing at least six people. Armed police officers were deployed to the scene, along with emergency service personnel. Local authorities have advised residents to stay indoors as the situation is evolving. Four people are in custody in connection with the shooting, and other possible perpetrators are reportedly still at large. There have been confirmed reports of a shooting at a second mosque in Christchurch. EPA/Martin Hunter NEW ZEALAND OUT

L’autore della strage, Brenton Tarrant, aveva preannunciato il suo gesto su un forum online e pianificava gli attacchi da due anni: è quanto emerge dal manifesto anti migrati di 74 pagine dello stesso Tarrant pubblicato su Internet. Il terrorista, riporta il sito australiano News.com.au, aveva preannunciato la strage sul forum ‘8chan’ ed ha scelto di colpire la Nuova Zelanda – che non era il suo obiettivo originale – solo tre mesi fa.


Nel manifesto anti immigrati Tarrant ha spiegato chi è e il motivo delle sue azioni, definite un attacco terroristico. Ha detto di non essere membro di nessuna organizzazione, ma di aver fatto donazioni e interagito con molti gruppi nazionalisti, sebbene abbia agito da solo e nessun gruppo abbia ordinato l’attacco. Ha aggiunto di aver scelto la Nuova Zelanda a causa della sua posizione, per dimostrare che anche le parti più remote del mondo non sono esenti da “immigrazione di massa”.

IL DOLORE E LA SOLIDARIETA’ DI PAPA FRANCESCO

In un telegramma a firma del segretario di Stato, cardinale Pietro Parolin, Papa Francesco esprime il suo dolore per gli attentati a due moschee nella città di Christchurch, nei quali sono rimaste uccise almeno 49 persone

Papa Francesco è rimasto “profondamente rattristato” nell’apprendere della ferita e della perdita di vite umane causate dagli “insensati atti di violenza” in due moschee di Christchurch, e in un telegramma a firma del segretario di Stato, cardinale Pietro Parolin, assicura a tutti i neozelandesi, e in particolare alla comunità musulmana, “la sua sentita solidarietà” sull’onda di questi attacchi. “Consapevole degli sforzi del personale di sicurezza e di emergenza in questa difficile situazione”, Francesco prega per la guarigione dei feriti, la consolazione di coloro che soffrono la perdita dei loro cari e per tutti coloro che sono stati colpiti da questa tragedia, affidando coloro che sono morti alla misericordia di Dio Onnipotente. Infine, il Papa invoca conforto e forza sulla Nazione.

Fonti: Ansa on line / Vaticannews.va

Sostieni Papaboys 3.0

Se sei arrivato o arrivata a leggere fino qui è evidente che apprezzi il nostro Sito. Ed anche ciò che scriviamo. Lo facciamo da 10 anni con il cuore, senza interessi economici o politici, solo perché il cuore ci chiama a farlo. CI DAI UNA MANO?

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €15.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome