Home News Humanitas et Web Siria, lo straziante trauma dei bambini: 'Non riescono a dormire, disegnano carri...

Siria, lo straziante trauma dei bambini: ‘Non riescono a dormire, disegnano carri armati e aerei’

Si restituisca ai bambini siriani il futuro al quale hanno diritto.

 

Siria, lo straziante trauma dei bambini 'Non riescono a dormire, disegnano carri armati e aerei'
Siria, lo straziante trauma dei bambini

 

E’ uno scenario devastante quello che i rapporti delle Organizzazioni non governative rimandano della situazione dei civili in Siria, dove i minori sono le principali vittime

Francesca Sabatinelli – Città del Vaticano

Si restituisca ai bambini siriani il futuro al quale hanno diritto. E’ l’appello che da mesi viene lanciato dalle Organizzazioni umanitarie. Secondo le Ong, un milione e mezzo di civili sono stati sfollati negli ultimi mesi nella regione di Idlib, nel nord-ovest della Siria, il 60% di questi sono bambini.

Terre des Hommes chiede corridoi umanitari

Profonda preoccupazione viene espressa da Terre des Hommes Italia, dal 2006 presente in Siria, che chiede corridoi umanitari e protezione per la popolazione civile. “Solo un cessate il fuoco può evitare un’ecatombe”, dichiara Bruno Neri, responsabile dei progetti in Siria dell’Organizzazione, che attualmente lavora nel nord-est del Paese per combattere la malnutrizione acuta di bambini e donne in gravidanza o che allattano. All’interno del campo profughi di Areesha e della città di Qamishli, Terre des Hommes fornisce servizi per “migliorare l’alimentazione di neonati e bambini”, inoltre si cerca di insegnare ai piccoli a riconoscere le mine per evitare loro di toccarle.

 

Siria, Mons. Marayati parla di Aleppo 'mancano elettricità, gasolio e medicine'
Siria

I bambini hanno traumi che si porteranno dietro tutta la vita

Centinaia di migliaia di civili, tra loro moltissimi bambini, spiega ancora Neri, vivono ogni giorno indicibili sofferenze e provano a trovare rifugio in zone meno pericolose, a rischio della propria vita. “Questi bambini – aggiunge – hanno perso un po’ tutto. Sentono le bombe, la contraerea, non riescono a dormire, disegnano sempre situazioni di conflitto, carri armati, aerei che bombardano, sono traumi che si porteranno dietro per tutta la vita”.

Credito: Vatican News

Sostieni Papaboys 3.0

Con una piccola donazione di sostegno per il sito, puoi far sì che i nostri contenuti siano sempre più numerosi e migliori nella qualità; vogliamo regalarti ogni giorno parole che annuncino l’Amore e la Speranza di Gesù. Inoltre, sostenendoci economicamente, potremmo creare delle nuove opportunità, sia di collaborazione, sia di lavoro, in un momento storico così difficile. Grazie per quello che potrai fare!

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità
Pubblicità

I nostri social

305,853FansLike
19,498FollowersFollow
9,787FollowersFollow
2,330SubscribersSubscribe

News recenti

Coronavirus

Coronavirus: l’epidemia è diffusa largamente sul territorio. Vaccini: fine 2020 inizio...

Coronavirus: i primi vaccini potranno arrivare a fine anno L'epidemia è oggi largamente diffusa in tutta l'Italia e non più localizzata COVID-19 - Il presidente del...