Siria, il Fronte al Nusra prepara la sua offensiva su Idlib

Siria, il Fronte al Nusra prepara la sua offensiva su IdlibSu Idlib, città siriana, si scatenerà l’offensiva del Fronte al Nusra. Lo ha annunciato il ramo siriano di Al Qaida, avvertendo la popolazione con un volantino. Di ieri intanto il richiamo del cardinale Tauran: non esiste flagello peggiore della guerra. Servizio di Francesca Sabatinelli:

Ai non combattenti l’invito a restare a casa, ai sunniti vicini al regime alawita e per questo definiti traditori, l’invito a pentirsi, a tutti gli altri la promessa della morte. E’ così che al Nusra, e altri gruppi ribelli islamisti, avvertono gli abitanti di Idlib, mentre bombardano le postazioni delle forze lealiste che proteggono la città. L’attacco di terra non è iniziato ma le organizzazioni umanitarie si stanno preparando ad affrontare il flusso di rifugiati che potrebbe provocare, avverte l’osservatorio per i diritti umani in Siria che diffonde un’altra drammatica informazione: negli ultimi tre mesi il sedicente stato islamico avrebbe reclutato in Siria almeno 400 minori, tra cui bambini, destinati alle fila dell’esercito del Califfato. Di ieri intanto le parole del cardinale Tauran, presidente del Pontificio consiglio per il dialogo interreligioso: pensando alla Siria si può concludere che non esiste flagello peggiore della guerra, ha detto, stigmatizzando l’incitamento alla violenza da parte dei responsabili religiosi. Ed è di poco fa la notizia di un’operazione della polizia italiana che avrebbe smantellato una cellula di estremisti islamici attiva tra l’Italia e i Balcani, incaricata del reclutamento tra le milizie dell’Is di aspiranti combattenti.

Fonte. Radio Vaticana

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome