Siria e Iraq: 14 milioni i bambini in condizioni disperate

Siria e Iraq: 14 milioni i bambini in condizioni disperateCirca 14 milioni di bambini soffrono a causa del conflitto in Siria e in Iraq. E’ quanto denuncia l’Unicef, che segnala come con l’inizio del quinto anno di conflitto in Siria, la situazione di piu’ di 5,6 milioni di bambini all’interno del Paese rimane ancora piu’ disperata. 2 milioni di bambini vivono nelle aree del Paese maggiormente tagliate fuori dall’assistenza umanitaria a causa dei combattimenti o di altri fattori. Circa 2,6 milioni di bambini siriani non vanno a scuola. Almeno 2 milioni di minori vivono come rifugiati in Libano, Turchia, Giordania e altri Paesi in campi in difficoltà a causa di servizi sanitari e scolastici gia’ al collasso. Intanto, la crisi sempre piu’ grave in Iraq ha costretto piu’ di 2,8 milioni di bambini a lasciare le proprie case, molti altri sono intrappolati in aree controllate da gruppi armati.

Le violenze cambiano il futuro degli adolescenti
“Per i bambini piu’ piccoli, questa crisi e’ l’unica realta’ che abbiano mai conosciuto. Per gli adolescenti, le violenze e le sofferenze non hanno solamente rovinato la fanciullezza, ma anche cambiato profondamente il loro futuro – dichiara Anthony Lake, direttore generale dell’Unicef – spiegando che si tratta di una generazione di giovani ancora in pericolo di perdersi nel ciclo delle violenze e di far pagare poi alla prossima generazione quello che loro hanno sofferto”. Giacomo Guerrera, presidente dell’Unicef Italia, sottolinea che, grazie ai donatori italiani, sono stati raccolti oltre 3.619.000 euro per i bambini siriani.

Fonte. Radio Vaticana

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome