Home News Terra Sancta et Oriens Siria: atteso incontro a New York tra Obama e Putin

Siria: atteso incontro a New York tra Obama e Putin

Pubblicità

La crisi in Siria è al centro del dibattito internazionale, dopo che ieri la Francia ha bombardato per la prima volta le postazioni dello Stato Islamico nell’est del Paese.

Pubblicità

US President Barack Obama (R) listens to Russian President Vladimir Putin after their bilateral meeting in Los Cabos, Mexico on June 18, 2012 on the sidelines of the G20 summit. Obama and President Vladimir Putin met Monday, for the first time since the Russian leader's return to the presidency, for talks overshadowed by a row over Syria. The closely watched meeting opened half-an-hour late on the sidelines of the G20 summit of developed and developing nations, as the US leader sought to preserve his "reset" of ties with Moscow despite building disagreements. AFP PHOTO/Jewel Samad (Photo credit should read JEWEL SAMAD/AFP/GettyImages)



Il nodo da sciogliere è il futuro di Bashar Al-Assad. Per l’Iran la priorità deve essere quella di sconfiggere l’Is, mentre Parigi esclude qualsiasi ruolo futuro del presidente alawita.

Pubblicità

Intanto, mentre si rafforza la cooperazione nel fronte russo-sciita, è atteso per oggi, a margine dei lavori dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite, un incontro fra il presidente russo Putin e quello americano Obama.

Parigi ha bombardato lo Stato Islamico in Siria per “legittima difesa”, colpendo i luoghi nei quali si preparavano attacchi terroristici contro la Francia. Così il presidente Hollande e il primo ministro Valls hanno legittimato i raid di ieri, i primi compiuti da aerei francesi in territorio siriano.

Hollande non abbandona la ricerca di una soluzione diplomatica ma precisa che “il futuro della Siria non può passare dal presidente Bashar al-Assad. Per il presidente iraniano Rohani, presente a New York insieme ad altri leader mondiali per l’Assemblea generale dell’Onu, bisogna invece prima eliminare la minaccia jihadista e poi pensare ad un nuovo ed eventuale governo siriano. Difende Assad anche il presidente russo Putin, che ha avviato una collaborazione tra le intelligence di Russia, Siria, Iran e Iraq contro gli uomini del sedicente califfato.

Il capo del Cremlino accusa poi gli Stati Uniti di aiutare i ribelli anti-Assad in maniera illegittima e controproducente perché, dice, “molti di coloro che sono stati addestrati adesso stanno unendosi ai jihadisti con delle armi americane”. La risposta di Obama è attesa per oggi, quando a New York ci sarà l’atteso faccia a faccia con Putin.

Il servizio è di Raviart per la Radio Vaticana

Sostieni Papaboys 3.0

Con una piccola donazione di sostegno per il sito, puoi far sì che i nostri contenuti siano sempre più numerosi e migliori nella qualità; vogliamo regalarti ogni giorno parole che annuncino l’Amore e la Speranza di Gesù. Inoltre, sostenendoci economicamente, potremmo creare delle nuove opportunità, sia di collaborazione, sia di lavoro, in un momento storico così difficile. Grazie per quello che potrai fare!

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

I nostri social

9,916FansLike
17,749FollowersFollow
9,749FollowersFollow
1,600SubscribersSubscribe

News recenti

Novena alla Madonna del Carmelo

Novena alla Madonna del Carmelo. Recita la potente supplica del 2°...

Novena alla Madonna del Carmelo. Recita la potente supplica del 2° giorno, 8 luglio 2020 La Regina del Monte Carmelo è la patrona dei carmelitani...