Sir Regione Puglia, un DDL sulla violenza contro le donne

violenza-sulle-donnePUGLIA – “La proposta è in termini generali buona” ed il testo è “una meta culturale”. È questo il commento a Sir Regione di Antonella Debenedictis, responsabile del centro antiviolenza della provincia BAT (Barletta-Andria-Trani), sul disegno di legge “Norme per la prevenzione e il contrasto della violenza di genere, il sostegno alle vittime, la promozione della libertà e dell’autodeterminazione delle donne”, che ha iniziato il 24 marzo l’iter in commissione consiliare, dopo l’approvazione da parte della giunta regionale pugliese. Il fatto che “le azioni di prevenzione, contrasto e sostegno siano riconosciute come livelli essenziali di assistenza, è la base di una rivoluzione”, prosegue. Un giudizio positivo lo esprime anche Maria Simini Caferra, responsabile del Centro italiano femminile di Bari. “È positiva la previsione della sottoscrizione di protocolli con gli operatori della comunicazione” e “la possibilità che la regione possa costituirsi parte civile”. Tuttavia, il ddl non valorizza il ruolo dei consultori, che invece “potrebbero andare incontro alle criticità della famiglia” e occuparsi della violenza domestica, funzionando come “una struttura di prevenzione”, lasciando ai centri antiviolenza il compito di “accogliere le donne”. Fonte: Agensir

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome