Lunedì di Pasqua in Terra Santa: Siamo tutti Cleofa e Simeone!

custodiaLunedì 6 aprile, gli autobus di pellegrini sono partiti verso Emmaus Qubeybeh per assistere alla Messa Pontificale, presieduta da Padre Pierbattista Pizzaballa, Custode di Terra Santa.

Appena superato il posto di blocco israeliano, la scena è cambiata. Lungo la strada serpeggiante che porta al Santuario, si alternano case di pietra bianca e uliveti piantati nella terra rossa. Il Santuario si confonde nel paesaggio rurale, inserito in ambiente familiare e rilassante.

La Messa è iniziata al canto dell’Alleluia. Le preghiere in arabo, latino e italiano hanno permesso all’assemblea di partecipare. « Cristo non ci abbandona, neanche quando siamo nel dubbio! », ha affermato Fra Ramzi Sidawi ofm. « Abbiamo percorso il cammino di Cleofa e Simeone: possiamo tutti essere nel dubbio. Camminiamo con Lui . Come nelle Scritture Egli ci raggiungerà nel nostro cammino quotidiano di fede! ».

Dopo la comunione, c’è stata la benedizione del pane, distribuito dal Custode a tutti i presenti. Tra loro Maya, giovane parrocchiana di Gerusalemme. « Per me, cristiana locale, l’emozione è minore rispetto a quella di un pellegrino – confida – devo fare uno sforzo per mettermi al suo posto. I pellegrini contribuiscono a rafforzare la fede dei cristiani locali e la nostra presenza li riconforta. Ci nutriamo gli uni degli altri ».

Fra Firas Hijazin ofm, ha spiegato come questo lunedì di Pasqua riassuma la Settimana Santa: « Un appello a una nuova umanità. Il mondo ha bisogno di prendere una nuova direzione, perché viviamo tempi difficili, ma dobbiamo vivere nella speranza, nella preghiera e nella solidarietà. Una solidarietà – ha concluso – che si manifesta con la presenza dei pellegrini del mondo intero, poiché ogni cristiano è guardiano della Terra Santa ».

L’assemblea è stata invitata a pranzo. Grazie al bellissimo tempo, alcuni si sono sdraiati sull’erba, altri sono rimasti all’ombra, altri ancora hanno goduto della vista stupenda che dalla terrazza spazia attraverso vallate in direzione del Mediterraneo.

Un bambino in abito francescano, accompagnato dalla mamma, è stato il primo a prendere posto per i vespri che hanno concluso il lunedì di Pasqua.

A cura di Redazione Papaboys fonte: Custodia della Terra Santa

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome