Scozia, bambina trova spada nel lago di Excalibur, la leggenda rivive

Una scoperta misteriosa, un’antica leggenda e una bambina che scatta foto da guerriera. Sono questi gli elementi che hanno fatto scatenare milioni di appassionati della saga di Re Artù, che non hanno dubbi: Excalibur è tornata.

L’antica leggenda torna a rivivere e a riempire le cronache britanniche grazie a una bambina di 7 anni, Matilda Jones, che durante una gita in famiglia ha casualmente ritrovato una spada alta un metro e 20 centimetri.

Matilda stava nuotando con il padre a Dozmary Moor, in Cornovaglia, quando «ha notato un oggetto luccicante sul fondo». Si è subito tuffata a prenderlo ed è tornata a riva con la spada.

Visualizza l'immagine su Twitter





A fare notizia è soprattutto il luogo del ritrovamento. La storia di Dozmary Moor infatti è strettamente connessa alla leggenda di Re Artù e dei cavalieri della tavola rotonda. Il mito narra che proprio in quello specchio d’acqua il sovrano avrebbe ordinato al suo scudiero, Sir Bedivere, di gettare l’arma, dopo essere stato ferito a morte dal nemico Mordred. Sempre secondo la leggenda, fu poi la fata del lago a portarla con sé sul fondo.

Una storia molto conosciuta dal popolo britannico, tant’è che proprio il padre di Matilda l’avrebbe raccontata alla bambina poco prima della scoperta: «Era appena entrata in acqua, quando ha detto che stava vedendo una spada – racconta – le ho detto di non fare la sciocca, ma quando ho guardato giù ho realizzato che aveva ragione.




Fonte ilmessaggero.it

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome