Schumacher: esce gradualmente dal coma

Noi di Papaboys, appresa la notizia dell’incidente, ci siamo impegnati a pregare per l’amato pilota dalle mille vittorie. Conoscendo il suo animo religioso e l’attaccamento alla Vergine, non potevamo esimerci nell’innalzare al Signore suppliche per la sua guarigione. Apprendiamo da dai mezzi di comunicazione che dopo quattro settimane esatte di coma farmacologico, Michael Schumacher è stato messo in fase di risveglio progressivo dai medici dell’ospedale di Grenoble. Lo rivela il sito del quotidiano francese L’Equipe, che cita ‘fonti confidenziali’. Secondo il giornale, l’ex campione di Formula 1 vittima di un grave incidente sciistico sulle Alpi francesi, “reagisce positivamente al processo di uscita dal coma iniziato questa settimana”. Schumacher fuori dal coma? Il sito dell’Equipe dà speranza. Il sito internet del quotidiano francese sostiene dunque che in questi giorni le condizioni di Schumacher, che non è più in pericolo di vita, sarebbero risultate sufficientemente stabili e che il professor Emmanuel Gay, capo del servizio di neurochirurgia al CHU di Grenoble, avrebbe iniziato la fase di risveglio per far uscire dal coma il pilota tedesco. L’Equipe aggiunge inoltre che Schumacher starebbe dando le prime reazioni positive. Una informazione che però non è confermata dall’ospedale e anzi viene smentita dal manager del tedesco: “Insisto nuovamente sul fatto che ogni dichiarazione riguardante lo stato di salute di Michael che non proviene dall’equipe medica che lo ha in cura o dal suo management non è altro che speculazione. Ripeto: noi non commenteremo alcuna speculazione”. Queste le parole, in una stringata nota, di Sabine Kehm, manager di Schumi.

a cura della Redazione Papaboys

.

2 COMMENTI

  1. Prego senza sosta dal 29 dicembre per Michael, utilizzando un speciale dono personale di Giovanni Paolo II. Sono davvero contenta che anche voi stiate pregando per Michael. Vi ho conosciuti e incontrati più volte, in particolare per la veglia GP II dopo la sua scomparsa, per il suo funerale e per la sua beatificazione. Il sapere che anche voi, come tanti in tutto il mondo, pregate anche per questo motivo mi da la certezza che se “dove due o tre sono riuniti nel mio nome .. io sono in mezzo a loro”: Il Signore ascolterà le nostre preghiere.

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome