Santa Pasqua del Signore! E cerchiamo di vivere da risorti

11-The-Resurrection

 

 

 

 

 

 

Carissimi fratellini e sorelline con gioia profonda stringo in un grande abbraccio ciascuno di voi, le vostre famiglie ed i vostri amici: è l’abbraccio di Gesù che rivolge a me, non avrei una così grande ‘ampiezza’ altrimenti. E proprio a ciascuno di voi lo voglio riportare.

Questa Pasqua dell’anno del Signore 2015 non ci trovi distratti, o presi dal ‘nulla del mondo’, ci veda invece al centro del cammino della nostra strada e prenda per mano ogni nostro cammino.

Vi saluto con le parole bellissime di San Giovanni Bosco, maestro e amico dei giovani. Santa Pasqua e, mi raccomando, viviamola (non solo oggi) da Risorti! Con Gesù, risorgiamo anche noi, se lo chiediamo a Lui! di Daniele Venturi

ANDATE A DIRE

(di San Giovanni Bosco)

Andate presto, andate a dire.
Voi che l’avete intuito per grazia
Correte su tutte le piazze
A svelare il grande segreto di Dio.
Andate a dire che la notte è passata.
Andate a dire che per tutto c’è un senso.
Andate a dire che l’inverno è fecondo.
Andate a dire che il sangue è un lavacro.
Andate a dire che il pianto è rugiada.
Andate a dire che ogni stilla è una stella.
Andate a dire: le piaghe risanano.
Andate a dire: per aspera ad astra.
Andate a dire: per crucem ad lucem.
Voi, che lo avete intuito per grazia,
Correte di porta in porta
A svelare il grande segreto di Dio.

Andate a dire che il deserto fiorisce.
Andate a dire che l’Amore ha ormai vinto.
Andate a dire che la gioia non è sogno.
Andate a dire che la festa è già pronta.
Andate a dire che il bello è anche vero.
Andate a dire che è a portata di mano.
Andate a dire che è qui, Pasqua nostra.
Andate a dire che la storia ha uno sbocco.
Andate a dire: liberate, lottate.
Andate a dire che ogni impegno è un culto.
Voi, che lo avete intuito per grazia,
Correte, correte per tutta la terra
A svelare il grande segreto di Dio.

Andate a dire che ogni croce è un trono.
Andate a dire che ogni tomba è una culla.
Andate a dire che il dolore è salvezza.
Andate a dire che il povero è in testa.
Andate a dire che il mondo ha un futuro.
Andate a dire che il cosmo è un tempio.
Andate a dire che ogni bimbo sorride.
Andate a dire che è possibile l’uomo.
Andate a dire, voi tribolati.
Andate a dire, voi torturati.
Andate a dire, voi ammalati.
Andate a dire, voi perseguitati.
Andate a dire, voi prostrati.
Andate a dire, voi disperati.

Andate a dire, comunque sofferenti.
Andate a dire, offerenti-sorridenti.
Andate a dire su tutte le piazze.
Andate a dire di porta in porta.
Andate a dire in fondo alle strade.
Andate a dire per tutta la terra.
Andate a dire gridandolo agli astri.
Andate a dire che la gioia ha un volto.
Proprio quello sfigurato dalla morte.
Proprio quello trasfigurato nella Pasqua.
Oggi, proprio ora, qui andate a dire.
Andate a dire.
Ed è subito pace.
Perché è subito Pasqua.

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome