San Francesco: Pace e bene a te! 9 Febbraio 2019

San Francesco: PACE E BENE A TE!

La nuova rubrica quotidiana dedicata alle parole e alla vita di San Francesco, un modo per entrare nella spiritualità francescana e vivere nella pace di Dio e nell’umiltà di Nostro Signore.

Pace e Bene

Ogni giorno un testo, una preghiera o un fioretto tratto dalla vita del “poverello di Assisi”.

LEGGI ANCHE: San Francesco e il suo testamento; cosa ci ha insegnato? 

Gesù nostro Signore vi benedica!

Cominciamo una serie di articoli dedicati alla vita dei più grandi personaggi o santi francescani.

Frate Elia da Cortona

Elia nacque ad Assisi attorno al 1180, ma viene chiamato “da Cortona” perché visse a lungo nella cittadina toscana, dove morì nel 1253. Studiò ad Assisi e poi a Bologna materie giuridiche ed era dotato di particolari capacità organizzative.

Frate Elia da Cortona
Entrato nell’Ordine francescano, divenne presto ministro provinciale di Oriente. Era molto stimato da Francesco che lo riportò con sé in Italia dopo il viaggio in Terra Santa e lo nominò suo Vicario.

Dopo la morte di San Francesco, Elia si distinse per la direzione dei grandiosi lavori di costruzione della Basilica di San Francesco e dal 1232 al 1239 fu Ministro generale dell’Ordine.

Come Generale egli, frate laico (non sacerdote), continuò a favorire l’ingresso di laici nell’Ordine suscitando la viva opposizione di molti frati sacerdoti e dei ministri provinciali che invece spingevano per una rapida clericalizzazione. Altro motivo di opposizione fu la forte centralizzazione dell’Ordine a scapito delle singole realtà provinciali.
Elia fu per molto tempo il principale sostegno di Santa Chiara nella sua lotta per mantenersi fedele all’insegnamento di Francesco, richiedendo con insistenza al Papa il riconoscimento del “privilegio dell’altissima povertà”.

LEGGI ANCHE: 9 Febbraio – Il Vangelo del giorno

Dopo la deposizione dal generalato si ritirò a Cortona, all’eremo delle Celle. Prese posizione nella grandiosa lotta tra papato e impero, appoggiando sostanzialmente la politica di Federico II di Svevia. Fu proprio questo il motivo fondamentale per cui incorse nella scomunica. Solo pochi giorni prima della morte ottenne il perdono per i “peccati politici” che aveva commesso.

Fonte www.sanfrancescoassisi.org

LA BENEDIZIONE DI SAN FRANCESCO PER TE

Benedicat tibi Dominus et custodiat te,
ostendat faciem suam tibi et misereatur
tui convertat vultum suum ad te
et det tibi pacem
Dominus benedicat frater Leo, te
Benedicat, benedicat,
benedicat tibi Dominus
et custodiat te Frater Leo, te.

San Francesco

Il Signore ti benedica e ti custodisca.
Mostri a te il suo volto e abbia misericordia di te.
Volga a te il suo sguardo e ti dia pace.
Il Signore ti dia la sua grande benedizione.

A cura della Redazione Papaboys

Sostieni Papaboys 3.0

Se sei arrivato o arrivata a leggere fino qui è evidente che apprezzi il nostro Sito. Ed anche ciò che scriviamo. Lo facciamo da 10 anni con il cuore, senza interessi economici o politici, solo perché il cuore ci chiama a farlo. CI DAI UNA MANO?

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome