San Francesco: Pace e bene a te! 9 Dicembre 2018

San Francesco: PACE E BENE A TE!

La nuova rubrica quotidiana dedicata alle parole e alla vita di San Francesco, un modo per entrare nella spiritualità francescana e vivere nella pace di Dio e nell’umiltà di Nostro Signore.

Pace e Bene

Ogni giorno un testo, una preghiera o un fioretto tratto dalla vita del “poverello di Assisi”.

LEGGI ANCHE: Preghiera Semplice di Santo Francesco 

Gesù nostro Signore vi benedica!

Prosegue il nostro racconto degli episodi più importanti della vita del santo, attraverso le tavole contenute nella Basilica di Santa Croce a Firenze.

La morte di San Francesco

Conclusi questi otto episodi, collocati nella parte terminale della tavola, si comincia ora a risalire, nella parte destra.

Vediamo il santo composto sul letto mentre i compagni celebrano il rito funebre, alcuni con i ceri accesi, uno con il turibolo, un altro con i paramenti sacerdotali e il libro delle preghiere aperto tra le mani.

San Francesco

LEGGI ANCHE: San Francesco e quel dialogo storico con il lupo

In cielo gli angeli portano al Padre celeste l’anima di Francesco. Una piccola folla di uomini e donne, storpi e malati, è accorsa ad invocare la guarigione.

Qui il Poverello è ormai un santo taumaturgo conosciuto. Tanto è vero che – durante la cerimonia funebre ad Assisi – vari paralitici già di accalcano al suo feretro. Ce lo ricorda anche san Bonaventura, riferendoci come Francesco fosse “reso da Dio mirabilmente famoso nella vita, incomparabilmente più famoso nella morte” (Leg M. XV, 1).

Fonte www.santacrocefirenze.it

San Francesco

LA BENEDIZIONE DI SAN FRANCESCO PER TE

Benedicat tibi Dominus et custodiat te,
ostendat faciem suam tibi et misereatur
tui convertat vultum suum ad te
et det tibi pacem
Dominus benedicat frater Leo, te
Benedicat, benedicat,
benedicat tibi Dominus
et custodiat te Frater Leo, te.

Il Signore ti benedica e ti custodisca.
Mostri a te il suo volto e abbia misericordia di te.
Volga a te il suo sguardo e ti dia pace.
Il Signore ti dia la sua grande benedizione.

A cura della Redazione Papaboys

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome