San Francesco d’Assisi: Pace e bene a te! 7 Marzo 2019

San Francesco: PACE E BENE A TE!

La nuova rubrica quotidiana dedicata alle parole e alla vita di San Francesco, un modo per entrare nella spiritualità francescana e vivere nella pace di Dio e nell’umiltà di Nostro Signore.

Pace e Bene

Ogni giorno un testo, una preghiera o un fioretto tratto dalla vita del “poverello di Assisi”.

LEGGI ANCHE: Conosci la vita di San Francesco? Scoprila qui 

Gesù nostro Signore vi benedica!

Frati e monasteri in Italia e nel mondo

Una serie di articoli dedicati ai monasteri e frati francescani nel mondo

San Gregorio VII – ROMA

San Gregorio VII
da Assisi Ofm
Parrocchia nel cuore di Roma affidata ai Frati Minori dell’Umbria

Voluta da papa Pio XII, preoccupato per la mancanza di una parrocchia per il gran numero di gente che popolava la zona tra le mura Vaticane e l’Aurelia antica, la costruzione della chiesa di San Gregorio VII, inizia il 30 marzo 1958 quando viene posta la prima pietra, nel luogo dove sarebbe sorto l’altare maggiore.

Il 18 marzo del 1961 fu inaugurata la cripta della nuova chiesa dove, fino al completamento di tutto l’edificio sacro, sono state celebrate le unzioni religiose. Nei primi giorni del gennaio 1964 viene trasferito nella chiesa un presepe napoletano del 700,di proprietà dei baroni Grisolia di Napoli.

Il 17 aprile del 1969 il papa Paolo VI conferisce alla parrocchia il titolo cardinalizio e il primo maggio dello stesso anno il cardinale Eugenio de Araujo Sales ne ha preso possesso.

Dal 1970 l’amministazione della parrocchia fu affidata alla provincia romana di SS.Apostoli Pietro e Paolo. Il primo aprile è stato consacrato il nuovo altare della capella del santissimo sacramento.

Il 27 aprile del 1986 il Papa Giovanni Paolo II ha visitato la parrocchia ed ha incontrato i giovani del quartiere.

Dal primo Luglio del 2015 la Parrocchia è affidata alla Provincia Serafica di san Francesco dei Frati Minori dell’Umbria.

Fonte: www.assisiofm.it

IL CANTICO DELLE CREATURE – PREGHIAMO CON SAN FRANCESCO

San Francesco

Altissimo, Onnipotente Buon Signore, tue sono le lodi, la gloria, l’onore e ogni benedizione.
A te solo, Altissimo, si addicono e nessun uomo è degno di menzionare il tuo nome.

Lodato sii, che tu sia lodato, o mio Signore, insieme a tutte le creature, specialmente il fratello sole, la luce del giorno, tu ci illumini tramite lui. Il sole è bello, radioso, e splendendo simboleggia la tua importanza, o Altissimo, Sommo Signore.

Lodato sii o mio Signore, per sorella luna e le stelle: in cielo le hai create, lucenti, preziose e belle.

Lodato sii, o mio Signore, per fratello vento, per l’aria, per il cielo; quello nuvoloso e quello sereno, rendo grazie per ogni tempo tramite il quale mantieni in vita le tue creature.
Che tu sia lodato, mio Signore, per sorella acqua, la quale è tanto utile e umile, preziosa e pura.

Lodato sii mio Signore, per fratello fuoco, tramite il quale illumini la notte. Il fuoco è bello, giocondo, vigoroso e forte.

LEGGI ANCHE:  San Francesco e il saluto alla Beata Maria Vergine

Lodato sii, mio Signore, per nostra sorella madre terra, la quale ci nutre e ci mantiene: produce frutti colorati, fiori ed erba.

Lodato sii, o mio Signore, per coloro che perdonano in nome del tuo amore e sopportano infermità e sofferenze.

Beati quelli che sopporteranno tutto questo con serenità, perché saranno ricompensati da te, o Altissimo.

Lodato sii mio Signore per la morte del corpo, dalla quale nessun essere umano può fuggire, guai a quelli che moriranno nel peccato mortale.

Beati quelli che troveranno la morte mentre stanno rispettando le tue volontà. La seconda morte, non farà loro alcun male.

Lodate e benedite il mio Signore, rendete grazie e servitelo con grande umiltà.

A cura della Redazione Papaboys

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome