HomeNewsHumanitas et WebSabato 5 dicembre - Essere generosa con i miei doni

Sabato 5 dicembre – Essere generosa con i miei doni

Sabato 5 dicembre - Essere generosa con i miei doniIn quel tempo, Gesù percorreva tutte le città e i villaggi, insegnando nelle sinagoghe, predicando il vangelo del Regno e curando ogni malattia e infermità. Vedendo le folle ne sentì compassione, perché erano stanche e sfinite, come pecore senza pastore. Allora disse ai suoi discepoli: «La messe è molta, ma gli operai sono pochi! Pregate dunque il padrone della messe che mandi operai nella sua messe!». Chiamati a sé i dodici discepoli, diede loro il potere di scacciare gli spiriti immondi e di guarire ogni sorta di malattie e d’infermità. E li inviò ordinando loro: «Rivolgetevi piuttosto alle pecore perdute della casa d’Israele. E strada facendo, predicate che il regno dei cieli è vicino. Guarite gli infermi, risuscitate i morti, sanate i lebbrosi, cacciate i demòni. Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date». Matteo 9,35-38.10,1.6-8

Voglio imparare da te. Quando non ce la faccio più. Perché il dolore è troppo. La fatica è troppa.
Voglio imparare da te. A fermarmi. A guardare. A provare compassione. A pregare. A chiamare altri perché mi aiutino.
Perché il regno di Dio non è solo Dio, ma anche io e anche gli altri. Tutti.

Non fermarmi mai.
Come te.
Stare tra la gente.
Come te.
Sempre.

Non chiudere gli occhi.
Mai.
Tenerli aperti a guardare i volti, le vite, le gioie e le fatiche degli altri.
Sempre.

Non smettere di credere.
Mai.
Pregare.
Sempre.

Essere generosa con i miei doni.
Donarli.
Sempre.

Chiamare aiuto.
Sempre.
Credere nell’aiuto degli altri.
Sempre.

Guarire, parlare di te e del tuo regno, purificare, scacciare il male.
Sempre.
Senza paura.
Perché tu sei con me.
Perché tutto mi hai donato.

Tutto questo imparo da te.
Tutto questo vivo con te.
Tutto questo mi doni.
Tutto questo voglio donare.
Aiutami tu.

Di Don Mauro Leonardi


SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Iscriviti alla newsletter gratuita