Home News Humanitas et Web Recita oggi, Domenica 1 Novembre 2020, la supplica per chiedere la guarigione...

Recita oggi, Domenica 1 Novembre 2020, la supplica per chiedere la guarigione fisica a Gesù

La preghiera per chiedere la guarigione a Nostro Signore

Una bellissima orazione di Padre Emiliano Tardiff per chiedere la grazia della guarigione

LEGGI ANCHE: Oggi è la festa di Tutti i Santi (Storia e Preghiera)

Ecco il testo della supplica per chiedere la guarigione:

Signore Gesù, credo che sei vivo e risorto.

 

Credo che sei presente realmente nel Santissimo Sacramento dell’altare

e in ciascuno di noi che crediamo in te.

 

Ti lodo e ti adoro. Ti rendo grazie, Signore,

per essere venuto da me, come Pane vivo disceso dal cielo.

 

Tu sei la pienezza della vita, tu sei la risurrezione e la vita,

tu Signore, sei la salute dei malati.

 

Oggi ti voglio presentare tutti i miei mali,

perché tu sei uguale ieri, oggi e sempre

e tu stesso mi raggiungi dove mi trovo.

 

Tu sei l’eterno presente e mi conosci.

 

Ora, Signore, ti chiedo d’aver compassione di me.

 

Visitami per il tuo Vangelo,

affinché tutti riconoscano che tu sei vivo, nella tua Chiesa, oggi,

e che si rinnovi la mia fede e la mia anima.

 

Abbi compassione delle sofferenze del mio corpo,

del mio cuore e della mia anima.

 

Abbi compassione di me, Signore,

benedicimi e fa’ che possa riacquistare la salute,

che cresca la mia fede e che mi apra alle meraviglie del tuo amore,

perché sia anche testimone della tua potenza e della tua compassione.

 

Te lo chiedo, Gesù, per il potere delle tue sante piaghe,

per la tua santa Croce e per il tuo Preziosissimo Sangue.

 

Guariscimi, Signore!

 

Guariscimi nel corpo, guariscimi nel cuore, guariscimi nell’anima.

 

Dammi la vita, la vita in abbondanza.

 

Te lo chiedo per l’intercessione di Maria Santissima, tua Madre,

la vergine dei dolori, che era presente, in piedi, presso la tua croce,

che fu la prima a contemplare le tue sante piaghe

e che ci hai dato per Madre.

Preghiera di guarigione a Gesù
Preghiera di guarigione a Gesù

Tu ci hai rivelato d’aver preso su di te i nostri dolori

e per le tue sante piaghe siamo stati guariti.

 

Oggi, Signore,

ti presento con fede tutti i miei mali e ti chiedo di guarirmi completamente.

Ti chiedo, per la gloria del Padre del cielo,

di guarire anche i mali della mia famiglia e i miei amici.

 

GUARDA: Tu sei il sogno di Dio! Catechesi di Fra’ Emiliano Antenucci

 

Fa’ che crescano nella fede, nella speranza

e che riacquistino la salute per la gloria del tuo nome,

perché il tuo regno continui ad estendersi sempre più nei cuori

attraverso i segni e i prodigi del tuo amore.

 

Tutto questo, Gesù, te lo chiedo perché sei Gesù.

Tu sei il Buon Pastore e noi siamo le pecorelle del tuo gregge.

 

Sono così sicuro del tuo amore,

che prima ancora di conoscere il risultato della mia preghiera,

ti dico con fede: grazie, Gesù, per tutto quello che farai per me e per ciascuno di loro.

Grazie per i malati che stai guarendo ora,

grazie per quelli che stai visitando con la tua Misericordia. Amen.

 

Redazione Papaboys

Sostieni Papaboys 3.0

Con una piccola donazione di sostegno per il sito, puoi far sì che i nostri contenuti siano sempre più numerosi e migliori nella qualità; vogliamo regalarti ogni giorno parole che annuncino l’Amore e la Speranza di Gesù. Inoltre, sostenendoci economicamente, potremmo creare delle nuove opportunità, sia di collaborazione, sia di lavoro, in un momento storico così difficile. Grazie per quello che potrai fare!

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità
Pubblicità

I nostri social

305,937FansLike
19,967FollowersFollow
9,826FollowersFollow
2,330SubscribersSubscribe

News recenti

La rubrica dedicata a Giovanni Paolo II, 2 Dicembre 2020

Un nuovo giorno con Giovanni Paolo II: il papa dolce. Chiedi...

Pensieri e preghiera a Karol Wojtyla II da leggere oggi La rubrica dedicata a San Giovanni Paolo II - Mercoledì, 2 Dicembre 2020 LEGGI: Siamo nell’Avvento:...