Home News Caritas et Veritas Problemi di aggressività? Recita 3 Padre Nostro e la rabbia svanirà!

Problemi di aggressività? Recita 3 Padre Nostro e la rabbia svanirà!

Chi mi conosce sa quanto ami i dolci. Per me è molto difficile resistervi. E poi mi piace cucinare, è un passatempo che ho imparato a coltivare, e ovviamente quando vedo qualcosa che mi piace chiedo sempre che mi dicano come lo hanno preparato.

Uno dei miei ricordi preferiti dell’Italia del sud è un convento in un cui mangiato la panna cotta, un dolce tipo budino, molto buono.

Non sono riuscito a resistere e sono andato direttamente in cucina a chiedere a suor Carlotta come lo preparava. Con un sorriso mi ha detto: “Guardi, deve mettere il latte e lo zucchero a cuocere a fuoco basso e recitare 7 Ave Maria, poi bisogna aggiungere con cura gli albumi e mescolare dolcemente perché non si attacchino, bisogna girare per 5 Padre Nostro, poi si inserisce la vaniglia e si alza un po’ il fuoco fino a terminare 2 misteri del Santo Rosario, poi…”.

Sono rimasto più colpito dalle istruzioni che dalla ricetta, ho iniziato a chiacchierare con quella suora e mi ha raccontato che riusciva tutto meglio quando invece di aspettare che passassero i minuti si dedicava alla preghiera, misurando il tempo in quel modo.

Mi ha detto che aveva calcolato tutto in quella maniera: 12 Padre Nostro per andare dal convento al mercato; 12 Ave Maria per spazzare tutta la cucina… Sapeva anche che per calmarsi quando era arrabbiata doveva solo aspettare 9 Ave Maria e un Salve Regina…

Sorprendente! Dopo quella visita, il mio ricordo più grato di Palermo non sono le pizze, i limoni o il mare, ma la fede di questa suorina che misura ogni momento della sua vita con l’unità di misura migliore: la preghiera.

Mi sono messo a pensare a quante volte corro, aspetto che il tempo passi rapidamente o che vada più lento, a quanti momenti passo senza far nulla, a tutto il tempo perso… Come ha fatto a non venirmi in mente prima? Quanto sarebbe diverso se potessi includere Dio in ogni istante, da quando mi alzo a quando svolgo i compiti più semplici, come pulire la casa o aspettare nel confessionale…






Immagino quanto sarebbe bello ricordare che Dio è sempre con me. Sono sicuro che in uno di quei momenti potrei ascoltare il mio buon Gesù che mi abbraccia e mi dice: “Figlio mio, grazie per avermi invitato nella tua vita”.

È senz’altro vero quello che dice San Josemaría: “O impariamo a trovare Dio nelle cose ordinarie di ogni giorno o non lo troveremo mai”.

Spero, Dio santo, di non dimenticare mai questa grande lezione, e di poter includere la preghiera in ogni istante della mia vita, per poterti ammirare in tutto, sentirti sempre e amarti con ogni battito del mio cuore.

Questa settimana ho messo in pratica la tattica di suor Carlotta e ho scoperto che per arrivare in parrocchia per celebrare la Messa mi servono 15 Padre Nostro.

Ora inizierò a contare quanti me ne servono per scacciare via la rabbia, la tristezza, la stanchezza e l’amarezza. Misurerò e poi vi saprò dire.

www.padresergio.org

Fonte it.aleteia.org

Sostieni Papaboys 3.0

Con una piccola donazione di sostegno per il sito, puoi far sì che i nostri contenuti siano sempre più numerosi e migliori nella qualità; vogliamo regalarti ogni giorno parole che annuncino l’Amore e la Speranza di Gesù. Inoltre, sostenendoci economicamente, potremmo creare delle nuove opportunità, sia di collaborazione, sia di lavoro, in un momento storico così difficile. Grazie per quello che potrai fare!

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità
Pubblicità

I nostri social

306,002FansLike
20,894FollowersFollow
9,829FollowersFollow
8,600SubscribersSubscribe

News recenti

Terremoto di magnitudo 8.1 al largo della Nuova Zelanda

Terremoto di magnitudo 8.1 al largo della Nuova Zelanda: centinaia di...

Un sisma di magnitudo 8.1 è stato registrato al largo della Nuova Zelanda, in una località remota a 960 chilometri da Tonga e a una profondità di dieci chilometri. Centinaia di persone sono...