Preghiera per Roma. Card. Vallini: reagire ad anemia spirituale

Preghiera per Roma. Card. Vallini: reagire ad anemia spiritualeLa città di Roma vive un periodo difficile della sua storia, in particolare per la grave questione di Mafia Capitale, una vicenda di corruzione e malaffare pepretrata sfruttando il dramma dei più poveri. Lunedì 22 dicembre alle 19.00, la comunità ecclesiale si ritroverà a Santa Maria Maggiore per affidare la città alla Salus Populi Romani, icona mariana cara a Papa Francesco che la tradizione vuole sia stata dipinta dall’evangelista Luca. L’iniziativa di preghiera per Roma è stata voluta dal cardinale vicario, Agostino Vallini, e dal Consiglio episcopale della diocesi con un invito rivolto a sacerdoti, laici e religiosi. Luca Collodi, per la Radio Vaticana, ne ha parlato con lo stesso cardinale Vallini:
R. – Ho indetto questa preghiera perché mi pare che, in questa riflessione abbastanza sviluppata attraverso i media delle vicende di Roma capitale, sia necessario anche un approfondimento e una riflessione, soprattutto un’ invocazione. I fatti di cui si parla sono fatti seri, gravi, che portano dolore e inducono ad una profonda riflessione, perché non si tratta soltanto di reprimere gli abusi, ma di domandarci quale sia la cultura che oggi domina la mentalità corrente delle persone. Roma è una città profondamente cambiata: non c’è più un centro della città e – dicono i sociologi – i riferimenti unici sono le parrocchie. D’altra parte è una città multietnica, multireligiosa. Ci rendiamo conto che l’urgenza di una visione umano-cristiana sia quanto mai necessaria. I fatti, però, ci dicono che purtroppo c’è un degrado etico, morale e io penso che si fondi anche su una “anemia” o una debolezza spirituale. L’invito ai romani di unirsi a me, ai vescovi ausiliari e al clero, nell’invocare la Salus Populi Romani, la nostra Vergine protettrice, vuole essere proprio questo: il richiamo a guardare in alto, a stabilire con il Signore una luce, una strada quasi preferenziale per interpretare i fenomeni ed un invito anche alla conversione per questa città.

D. – Davanti a questi episodi di malaffare il popolo e la gente rischia di arrendersi alla sfiducia e al pessimismo già presenti per la crisi economica…
R. – No! Credo che il popolo ne soffra. La gente è addolorata, è amareggiata. Ma c’è come un sussulto di dignità, di rispetto, di giustizia, perché in fondo, poi, le radici di Roma sono queste. Però è anche vero che se c’è una debolezza, una fragilità dal punto di vista della visione della vita e quindi della spiritualità, della fede, siamo più deboli, siamo più fragili. Vorremmo chiedere al Signore e alla Madonna, affidando questa nostra città di Roma, di suscitare energie sane per lo sviluppo positivo del nostro popolo.

D. – Cardinale Vallini, pensa che episodi di questo genere possano favorire l’antipolitica?
R. – Sono convinto che tutto può aiutare e tutto può danneggiare. Certo, avremmo piacere di vedere una maggiore sollecitudine verso il bene comune. Talvolta si ha la sensazione che il bene comune sia come una bandiera proclamata, ma non sempre realizzata con pazienza, con lungimiranza e con onesta.

D. – Molte cooperative cercano le sovvenzioni statali: una delle caratteristiche della cooperazione cattolica è quella di prescindere dai soldi dello Stato…
R. – Sì, la cooperazione può avvenire a vari livelli: le iniziative di tanti, anche volontari, è certamente gratuita, dove invece le esigenze sono più emergenti – per esempio tutto il fenomeno degli immigrati – capisco che possano esistere delle iniziative anche sostenute da fondi pubblici. Il problema è di farlo nella rettitudine e nella onestà. Ecco, per questo è tanto necessario ritrovarsi come comunità cristiana a Santa Maria Maggiore, questo lunedì sera, alle 19.00, a pregare e intercedere la Vergine Maria Salus Populi Romani per la città di Roma

A cura di Redazione Papaboys fonte: Radio Vaticana

Sostieni Papaboys 3.0

Se sei arrivato o arrivata a leggere fino qui è evidente che apprezzi il nostro Sito. Ed anche ciò che scriviamo. Lo facciamo da 10 anni con il cuore, senza interessi economici o politici, solo perché il cuore ci chiama a farlo. CI DAI UNA MANO?

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome