Preghiera del Papa alla Vergine del Cobre: Raduna il tuo popolo

Preghiera del Papa alla Vergine del Cobre: Raduna il tuo popoloPapa Francesco si è recato ieri sera, insieme con i vescovi cubani, nel Santuario della Vergine della Carità del Cobre, ad una trentina di chilometri da Santiago di Cuba. Qui è conservata l’immagine di Maria col Bambino Gesù che regge il mondo. La Vergine del Cobre è stata proclamata Patrona di Cuba da Benedetto XV nel 1916 ed è venerata da tutti i cubani. Il servizio di Amedeo Lomonaco per la Radio Vaticana:

Il Papa è rimasto seduto in silenzio per alcuni minuti. Poi ha pregato ai piedi dell’immagine della Vergine della Carità del Cobre. A Maria ha affidato il futuro di Cuba e del suo popolo.

La preghiera di Papa Francesco:

“Virgen de la Caridad del Cobre… Tu nombre y tu imagen están esculpidos
en la mente y en el corazón de todos los cubanos,
dentro y fuera de la Patria,
como signo de esperanza
y centro de comunión fraterna”.

“Vergine della Carità del Cobre, Patrona di Cuba… – ha detto il Papa – sei venuta a visitare il nostro popolo e hai voluto rimanere con noi come Madre e Signora di Cuba, durante il suo cammino nella storia. Il tuo nome e la tua immagine sono scolpiti nella mente e nel cuore di tutti i cubani, dentro e fuori della patria, come segno di speranza e centro di comunione fraterna”.

Preghiera del Papa alla Vergine del Cobre: Raduna il tuo popolo

Il Santo Padre ha chiesto a Maria di proteggere le famiglie, i giovani i bambini e di consolare quanti soffrono. E soprattutto ha pregato per la nazione cubana:

“¡Madre de la reconciliación!
Reúne a tu pueblo disperso por el mundo.
Haz de la nación cubana
un hogar de hermanos y hermanas
para que este pueblo abra de par en par
su mente, su corazón y su vida a Cristo,
único Salvador y Redentor”.

“Madre della Riconciliazione, raduna il tuo popolo disperso per il mondo. Fai della nazione cubana – ha detto il Santo Padre – una casa di fratelli e sorelle perché questo popolo spalanchi la sua mente, il suo cuore e la sua vita a Cristo, unico Salvatore e Redentore…”.

A cura di Redazione Papaboys fonte: Radio Vaticana

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome