Preghiera a San Giovanni della Croce per chiedere una grazia, da recitare oggi 14 dicembre 2020, nella sua festa

giovanni.croce_
Preghiera a San Giovanni della Croce per chiedere una grazia, da recitare oggi 14 dicembre 2021,nella sua festa

Preghiera a San Giovanni della Croce per chiedere una grazia, da recitare oggi 14 dicembre 2020,nella sua festa

Sembra sia nato nel 1540, a Fontiveros (Avila, Spagna). Rimase orfano di padre e dovette trasferirsi con la mamma da un luogo all’altro, mentre portava avanti come poteva i suoi studi. A Medina, nel 1563, vestì l’abito dei Carmelitani. Ordinato sacerdote nel 1567 dopo gli studi di filosofia e teologia fatti a Salamanca, lo stesso anno si incontrò con santa Teresa di Gesù, la quale da poco aveva ottenuto dal priore generale Rossi il permesso per la fondazione di due conventi di Carmelitani contemplativi (poi detti Scalzi), perchè fossero di aiuto alle monache da lei istituite.

San Giovanni della Croce
Preghiera a San Giovanni della Croce

Il 28 novembre 1568 Giovanni fece parte del primo nucleo di riformati a Duruelo, cambiando il nome di Giovanni di San Mattia in quello di Giovanni della Croce. Vari furono gli incarichi entro la riforma. Dal 1572 al 1577 fu anche confessore-governatore del monastero dell’Incarnazione di Avila. Venne erroneamente incolpato e incarcerato per otto mesi per un incidente interno al monastero. Fu in carcere che scrisse molte delle sue poesie. Morì a 49 anni tra il 13 e il 14 dicembre 1591 a Ubeda. (Avvenire)

PREGHIERA A SAN GIOVANNI DELLA CROCE

O Dio, che hai guidato San Giovanni della Croce 

alla santa montagna che è Cristo,

 attraverso la notte oscura della rinuncia e l’amore ardente della croce, 

concedi a noi di seguirlo come maestro di vita spirituale, 

per giungere alla contemplazione della tua gloria. 

(Colletta del giorno)

PREGHIERA A SAN GIOVANNI DELLA CROCE

CARMELITANO E DOTTORE DELLA CHIESA

O amabilissimo San Giovanni della Croce, anima eccelsa irradiata dalla luce di Dio, proteggi le nostre povere anime, preoccupate dai beni terreni, e insegnaci la via stretta e ardua che conduce al Monte del Signore.
Fa’ che comprendiamo il valore delle realtà divine, e la fragile labilità di tutte le cose umane.
Tu che sei il padre degli spirituali, il patrono dei mistici, il maestro della contemplazione e la guida alle più sublimi forme di orazione, infondi energia e slancio al nostro spirito, affinché, con l’aiuto della grazia impariamo ad amare Dio sulla terra per poi giungere a goderlo eternamente nella patria beata del Regno. Amen .

Sostieni Papaboys 3.0

Informazioni personali

Dettagli di fatturazione

Termini

Totale Donazione: €100.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome