Pellegrina torna da Medjugorje e scrive al Papa: ‘Il dono grande sono le confessioni’

Una pellegrina tornata da Medjugorje scrive al Papa:” Il dono grande sono le confessioni”

Una bellissima lettera scritta da una fedele di ritorno da un pellegrinaggio a Medjugorje. Piena della Grazia di giorni di preghiera, in quel luogo santo scrive al Papa:

” Ma il dono grande che il Signore ci concede, attraverso l’intercessione di Maria, sono le confessioni: lunghe file di penitenti si sono accostati al Sacramento della Riconciliazione.”

La pellegrina ci ha autorizzato a divulgarne il testo in esclusiva.

 

5 Novembre 2018

A Sua Santità

Papa Francesco Città del Vaticano

Dopo un pellegrinaggio a Mediugorje, concluso ieri, assieme ad altre 51 persone adulte e giovani della Diocesi di Vittorio Veneto, il Signore mi suggerisce di indirizzare alla Santità Vostra un pensiero.

In questi giorni di Ognissanti e Commemorazione dei defunti, il numero dei pellegrini italiani a Mediugorje era la maggioranza con una stima di 3-4 mila persone.

Tante altre nazionalità europee ed asiatiche erano presenti, come pure parecchi giovani. Le Celebrazioni proposte dal Santuario: Sante Messe, Recita quotidiana del Rosario.

Adorazione Eucaristica e catechesi, si sono svolte con tanta devozione, dignità e gioiosa partecipazione alla preghiera ed ai canti.

Ma il dono grande che il Signore ci concede, attraverso l’intercessione di Maria, sono le confessioni: lunghe file di penitenti si sono accostati al Sacramento della Riconciliazione.

Santità, con gli amici di questo e di altri viaggi a Mediugorje, tutti siamo concordi nel riconoscere che i sacerdoti, in quel luogo, si trasformano in angeli che agiscono con  il cuore di Dio.

Ne abbiamo visti di ogni età, anche affaticati dagli anni e dalla vita, dedicarsi per molte ore ad accogliere le “anime” e donare l’abbraccio misericordioso del Padre.

Questi “uomini di Dio” dispensatori della Grazia santificante, meritano venerazione, stima, affetto: meritano il grazie della Chiesa tutta.

Santità, Lei è il Pastore buono che può dire GRAZIE ai suoi sacerdoti a nome di migliaia di fedeli che attraverso loro ricevono il perdono dei peccati e ritornano a Dio.

Farà bene anche a loro essere rincuorati nelle difficoltà della loro missione e noi lodiamo il Signore per il grande bene che i sacerdoti confessori compiono nei luoghi dei pellegrinaggi mariani.

Voglia la S.V. accogliere ogni augurio di bene accompagnato dalla preghiera

Devotamente.

5 Novembre 2018

Renata S.

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome