HomeNewsRes Publica et SocietasPeggio di una guerra. Coronavirus, nel mondo 27 milioni di contagiati e...

Peggio di una guerra. Coronavirus, nel mondo 27 milioni di contagiati e 880mila morti

Il bilancio, triste e drammatico, della pandemia di coronavirus nel mondo ha superato quota 27 milioni di contagi e 880mila decessi, secondo i dati dell’università americana Johns Hopkins.




Il Paese al mondo più colpito restano gli Stati Uniti, con 6,27 milioni di contagi e quasi 189mila decessi. Segue il Brasile, con 4,13 milioni di casi e 126.650 morti.

In rapida ascesa l’India, che conta oltre 4,1 milioni di contagi accertati e 70.630 vittime.

Coronavirus
Coronavirus (Libero Reporter)

L’India supera il Brasile e diventa il secondo Paese dopo gli Stati Uniti con più casi di contagio da coronavirus al mondo, secondo i dati dell’università americana Johns Hopkins. I casi ufficialmente registrati di Covid-19 in India sono arrivati oggi ad oltre 4,2 milioni.

Il Brasile ne conta 4,1 milioni, mentre gli Usa sono quasi a 6,3 milioni di contagi. Il numero di decessi in India legati al coronavirus è di 71.640.

Intanto l’Europa è in allerta dopo che ieri la Gran Bretagna ha registrato un picco inedito di nuovi contagi e la Francia ha classificato altri sette dipartimenti come “zone rosse” ad alto rischio Covid-19.

Anche in Spagna i contagi totali hanno raggiunto quota mezzo milione, mentre la Germania si è stabilizzata sui circa 1.400 nuovi contagi al giorno. Ma preoccupano anche i dati provenienti dal Regno Unito, dove in un giorno il ministero della Sanità ha registrato altri 2.998 contagi, con un’impennata di oltre mille in più rispetto al giorno prima e un picco inedito da maggio, su un numero di tamponi assestato attorno a 175.000 al giorno. I morti quotidiani sono tuttavia scesi a 2 – minimo assoluto da inizio della pandemia salvo un singolo giorno di agosto – fino a una somma ufficiale pari a 41.551

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Iscriviti alla newsletter gratuita