Papa Francesco: bisogna promuovere la cultura d’accoglienza verso i migranti

“Serve un impegno sempre più generoso nel favorire la cultura dell’accoglienza e della solidarietà, promuovendo così la pace e la fraternità tra i popoli”. E’ quanto afferma Papa Francesco in messaggio indirizzato ai partecipanti all’incontro internazionale “Mediterraneo: un porto di fraternità”, promosso dalla diocesi di Ugento-Santa Maria di Leuca, con il sostegno di numero istituzioni e realtà associative. Evento che si conclude oggi e al quale hanno preso parte 250 giovani di 31 Paesi.

Sbarco di migranti - ANSA

Nel messaggio inviato al vescovo locale, Vito Angiuli, il Papa incoraggia la comunità cristiana e i giovani dei Paesi mediterranei, “come pure tutte le persone di buona volontà, a considerare la presenza di tanti fratelli e sorelle migranti un’opportunità di crescita umana, di incontro e di dialogo, come anche un’occasione per annunciare e testimoniare il Vangelo della carità. Il Papa elogia dunque l’iniziativa che sfocerà nella firma della “Carta di Leuca”, documento con il quale i giovani presenti all’incontro chiedono ai potenti della terra di promuovere la pace, mettere al bando le armi e impegnarsi concretamente per l’apertura di corridoi umanitari per le popolazioni che fuggono dalla guerra.






L’evento che si avvia a conclusione si è svolto, tra gli altri, con la partecipazione della Cei, Caritas Italiana, Pax Christi, Focsiv e Migrantes. La notte scorsa, i giovani partecipanti hanno partecipato al pellegrinaggio dalla tomba di Don Tonino Bello, ad Alessano in provincia di Lecce, alla Basilica Santuario di Santa Maria di Leuca-De Finibus Terrae.




Fonte it.radiovaticana.va/Alessandro Gisotti

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome