Pubblicità
HomeNewsFinis MundiPapa Francesco ai vescovi del Mali: preservare dialogo tra religioni

Papa Francesco ai vescovi del Mali: preservare dialogo tra religioni

Papa Francesco ai vescovi del Mali: preservare dialogo tra religioniUna Chiesa dinamica quella del Mali, “testimone di speranza e di pace”, nonostante le serie difficoltà che affliggono questo Paese africano. Da qui l’incoraggiamento di Papa Francesco ai vescovi maliani, ricevuti in visita ad Limina, guidati dal loro presidente, mons. Jean-Baptiste Tiama. Il servizio di Roberta Gisotti per la Radio Vaticana:

Preservare dialogo interreligioso
Il Mali affronta già da qualche anno gravi problemi sociali e politici, in ordine anche alla sicurezza, “che hanno a volte minato – ha osservato il Papa – la convivenza tra le diverse componenti della società, non risparmiando l’armonia tra uomini e donne di diverse religioni, presenti sulla terra maliana, ricca di un glorioso passato, sinonimo di ammirevoli tradizioni, tra cui la tolleranza e la coesione”. Da qui il grazie di Francesco alla Conferenza episcopale del Mali per avere in “questo contesto delicato preservato lo spirito di dialogo interreligioso”, tradotto anche nell’impegno comune di cristiani e musulmani per la tutela dei tesori culturali del Paese, in particolare la biblioteca di Timbuctù, patrimonio dell’umanità.

Lotta contro intolleranza ed esclusione
Il Papa ha chiesto quindi ai presuli maliani al ritorno in patria di assicurare la sua “vicinanza” ai loro “fedeli”, ma anche agli “altri concittadini di ogni classe sociale e di ogni religione, uomini e donne di buona volontà impegnati nella lotta contro l’intolleranza e l’esclusione”. “In questo momento difficile ciascuno – ha raccomandato Francesco – è chiamato a superarsi, elevando lo sguardo al di là dell’orizzonte dell’egoismo e degli interessi particolari per ricercare il bene comune”. Mentre “le comunità cristiane e i loro pastori sono chiamati ad una testimonianza di fede ancora più marcata, fondata su un’adesione senza riserve ai valori del Vangelo”.

Promuovere valori cristiani, dignità donna e riconciliazione nazionale
In questo dinamismo che è proprio della Chiesa del Mali, occorre – ha indicato il Papa – radicare i valori della famiglia cristiana in un contesto sociale marcato dai divorzi e dalla poligamia e promuovere la condizione e il ruolo della donna nella società, combattendo abusi e violenze, ricordandosi che Gesu “ha voluto nascere da una donna, la Vergine Maria”. Indispensabile inoltre una sinergia tra le Chiesa locali ispirata dalla carità e dall’unità, necessarie per essere credibili anche nel dialogo con le altre fedi. Infine l’incoraggiamento di Francesco ai vescovi del Mali a proseguire nell’opera di “promozione umana”, rivolta in particolare ai giovani, svolta senza distinzione etnica o religiosa, ispirata alla cultura della solidarietà e dell’accoglienza, specie per fronteggiare le violenze e favorire “un’autentica riconciliazione nazionale”.

A cura di Redazione Papaboys fonte: Radio Vaticana

Informazioni sulla Donazione

Vorrei fare una donazione del valore di :

€100€50€10Altri

Vorrei che questa donazione fosse ripetuta ogni mese

Informazioni sulla donazione

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità
Pubblicità

I nostri social

306,073FansLike
20,918FollowersFollow
9,982FollowersFollow
8,600SubscribersSubscribe

News recenti

Novena allo Spirito Santo

Recita la ‘potente’ Novena allo Spirito Santo in preparazione della Pentecoste:...

Secondo giorno della Novena allo Spirito Santo Preghiera allo Spirito Santo in preparazione della Festa di Pentecoste... Nel nome del Padre del Figlio e dello Spirito...