Padre Pio sapeva leggere nel pensiero delle persone. Ecco due racconti

Padre Pio sapeva leggere nel pensiero delle persone. Ecco due racconti

Padre Pio
Don Pasquale racconta. Un giorno lasciando la stazione di Foggia, prese un autobus per recarsi a San Giovanni Rotondo. Mentre l’autobus attraversava i paesaggi pugliesi, don Pasquale pensò: “Questa vita spirituale, a volte, sembra come arrampicarsi sui vetri!”.

Giunto al convento entrò in sagrestia e chiese di confessarsi con Padre Pio.

Arrivato il suo turno, entrò al di là della tendina del confessionale e fece la sua confessione. Dopo aver ricevuto l’assoluzione, tutto contento stava per avviarsi, quando Padre Pio, guardandolo, tra il divertito ed il faceto gli disse: “Sicché questa vita spirituale a volte sembra come arrampicarsi sui vetri?”.

Don Pasquale non disse una parola e capì che Padre Pio era un uomo illuminato da Dio.

Padre Pio

Il Signor Enzo racconta: ”Mi avevano detto che per chiedere qualcosa a Padre Pio si poteva anche farlo durante la messa, col pensiero. Ed io un giorno ci provai. Ma alla fine della messa, dopo che il Santo ebbe terminato il ringraziamento, avendo l’opportunità di parlargli, gli dissi: “Padre, pregate per mia sorella”.

E lui “Non me lo hai già detto?”.

Sostieni Papaboys 3.0

Se sei arrivato o arrivata a leggere fino qui è evidente che apprezzi il nostro Sito. Ed anche ciò che scriviamo. Lo facciamo da 10 anni con il cuore, senza interessi economici o politici, solo perché il cuore ci chiama a farlo. CI DAI UNA MANO?

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome