Padre Pio, l’Immacolata e quel miracolo della lettera, che proprio in pochi conoscono

Padre Pio, l’Immacolata e quel miracolo della lettera, che proprio in pochi conoscono

La signora Cleonice – figlia spirituale di Padre Pio raccontava: «Durante l’ultima guerra mio nipote fu fatto prigioniero. Non ricevemmo notizie per un anno. Tutti lo credevano morto. I genitori impazzivano dal dolore. Un giorno la madre si butto ai piedi di Padre Pio che stava in confessionale: “ditemi se mio figlio è vivo.

pio5

Io non mi tolgo dai vostri piedi se non me lo dite”.  Padre Pio si commosse e con le lacrime che gli rigavano il volto disse: “Alzati e vai tranquilla”. Alcuni giorni dopo, il mio cuore, non potendo sopportare il pianto accorato dei genitori, mi decisi di chiedere al Padre un miracolo, piena di fede gli dissi: – “Padre io scrivo una lettera a mio nipote Giovannino, con il solo nome, non sapendo dove indirizzarla. Voi e il vostro Angelo Custode portatela dove egli si trova.

Padre Pio non rispose, scrissi la lettera e la poggiai, la sera prima di andare a letto, sul comodino. La mattina dopo con mia grande sorpresa, stupore e quasi paura, vidi che la lettera non c’era più.

Ppiomad




Andai commossa a ringraziare il Padre che mi disse: “Ringrazia la Vergine”. Dopo una quindicina di giorni in famiglia si piangeva di gioia, si ringraziava Dio e Padre Pio: era arrivata la lettera di risposta alla mia missiva da colui che si riteneva morto».

Redazione Papaboys

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome