Home News Res Publica et Societas Omicidio Luca Sacchi: fermati due ragazzi di Roma. Fondamentale la denuncia della...

Omicidio Luca Sacchi: fermati due ragazzi di Roma. Fondamentale la denuncia della madre di uno

Omicidio Luca Sacchi: fermati due ragazzi di Roma. Fondamentale la denuncia della madre di uno

luca sacchi

Sono nel carcere di Regina Coeli i due ragazzi che – secondo la ricostruzione degli inquirenti – avrebbero ucciso Luca Sacchi, il ragazzo di 24 anni ucciso mercoledì sera a Roma.

La vicenda

Si chiamano Valerio Del Grosso e Paolo Pirino i due ragazzi che attualmente sono in stato di fermo e sono accusati di concorso in omicidio.

Fondamentale è stato il ruolo della mamma di uno dei due ragazzi, che si è presentata alle forze dell’ordine per denunciare il figlio, che lei stesse riteneva fosse implicato nell’omicidio di Luca Sacchi. Entrambi i ragazzi sono di Roma, del quartiere San Basilio.

I due, che devono rispondere di omicidio e rapina, sono già noti alle forze dell’ordine: uno ha precedenti per droga, l’altro per percosse. Sono stati rintracciati nella notte, uno in un residence, l’altro in una casa in zona San Basilio. Erano soli ma, come spiegato dal dirigente della Squadra Mobile Luigi Silipo, «hanno usufruito di legami familiari e conoscenti». Mentre si cerca la pistola che ha fatto fuoco contro la vittima, forse una calibro 38, è stata sequestrata la Smart bianca usata dai due per la fuga e non oggetto di furto. Sequestrato anche lo zainetto rubato alla fidanzata di Luca, all’interno del quale però non sono stati trovati soldi.

Il Movente

In realtà, al momento, la procura starebbe indagando anche su altri moventi, oltre alla rapina. Nel corso di queste ultime ore starebbe emergendo una possible connessione tra l’omicidio di Luca Sacchi e il mondo della droga.

polizia

La denuncia 

Secondo quanto trapela da fonti investigative, un ruolo determinante nello sviluppo delle indagini lo avrebbe avuto anche un parente dei due ragazzi sotto interrogatorio. A quanto trapela, infatti, la madre di uno dei due sospettati si sarebbe presentata in tarda serata alle forze dell’ordine accompagnata dall’altro figlio, indicando in suo figlio una delle persone coinvolte nell’omicidio di Luca Sacchi. «Temo sia stato mio figlio, forse è coinvolto nell’omicidio di Luca Sacchi», avrebbe detto parlando gli inquirenti.

Sequestrata la mazza da basebell

Sequestrata la mazza da baseball utilizzata dai fermati per aggredire i due ragazzi ai Colli Albani. A seguito di un capillare rastrellamento di Polizia e Carabinieri, è stata ritrovata nei campi sul G.R.A., vicini alla centrale del latte, la mazza da baseball con la quale i due fermati di oggi hanno aggredito i giovani ragazzi ai Colli Albani.

Fonte leggo.it – Emilio Orlando

Sostieni Papaboys 3.0

Anche se l’emergenza Coronavirus ha reso difficile il lavoro per tutti, abbiamo attivato a nostre spese la modalità di smart working (lavoro da remoto) per stare vicino ad ognuno di voi, senza avere limitazioni di pubblicazione, con informazione e speranza, come ogni giorno, da 10 anni. CI PUOI DARE UNA MANO?

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

I nostri social

9,923FansLike
17,732FollowersFollow
9,713FollowersFollow
1,600SubscribersSubscribe

News recenti

Vangelo 30 Maggio 2020

Vangelo 30 Maggio 2020. Questo è il discepolo che testimonia…

Vangelo del giorno - Sabato, 30 Maggio 2020 Lettura e commento al Vangelo di Sabato 30 Maggio 2020 - Gv 21,20-25: Questo è il discepolo...